Zuppa di orzo e funghi

La zuppa di orzo e funghi è un primo piatto vegano ideale nei mesi autunnali e invernali.
Le giornate iniziano a diventare molto rigide e io, che soffro molto il freddo, ho già iniziato a cercare nelle varie riviste le zuppe. Nel giornalino “Guida cucina” del 1994 ho trovato la zuppa di orzo e funghi e, dopo la prima cucchiaiata, l’ho inserita nelle mie zuppe preferite.

Zuppa di orzo e funghi

zuppa di orzo e funghi ricetta nella cucina di martina

Ingredienti (dosi per 4 persone)
150 g di orzo perlato
250 g di radicchio rosso
300 g di champignons
150 g di pisellini
Olio extravergine d’oliva q.b
Una cipolla
Rosmarino
Brodo vegetale q.b
Sale e pepe q.b

Procedimento
Fate dorare la cipolla tritata in una casseruola con un rametto di rosmarino e l’olio extravergine d’oliva. Abbassate la fiamma, unite un cucchiaio di acqua, se necessario, e fate cuocere per circa 10 minuti.
Tagliate grossolanamente i funghi, uniteli alla cipolla e fate cuocere, mescolando spesso, per 5 minuti. Aggiungete l’orzo perlato ben lavato, 5 dl di brodo vegetale, una presa di sale, una macinata di pepe e portate a ebollizione.
Cuocete, coperto e a fuoco basso, per 25 minuti, poi unite il radicchio tagliato a listarelle e i pisellini. Coprite di nuovo il recipiente e fate cuocere per 10 minuti. Versate il tutto in una zuppiera e servite a piacere con crostini di pane abbrustoliti o fritti.

zuppa di orzo e funghi ricetta nella cucina di martina

Curiosità: l’orzo è un cereale che appartiene alle graminacee. E’coltivato fin dalla preistoria, diffuso per il suo impiego nell’alimentazione dell’uomo. Ha, poi, perso la sua importanza alimentare a causa dell’affermazione del frumento, più adatto alla panificazione.
Esistono tre tipi di orzo:

  • L’orzo integrale o mondo, dal colore scuro e dal sapore molto forte e deciso.
  • L’orzo decorticato, dal basso contenuto calorico, ricco di sali minerali, proteine e fibre ma che richiede tempi di ammollo e di cottura molto lunghi.
  • L’orzo perlato, dal colore chiaro dovuto alla raffinazione, con un buon apporto nutritivo e con tempi di utilizzo molto brevi. Non richiede, infatti, l’ammollo.

Precedente Biscotti al cioccolato colorati Successivo Confettura di castagne

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.