torta salata di finocchi, ricetta vegetariana

Un’altra ricetta vegetariana sempre a causa della scelta di mia figlia di non mangiare più carne. Questa volta le ho preparato una torta salata di finocchi che per fortuna le è piaciuta tanto. Diciamo che più passa il tempo e più mi accorgo che non è poi così difficile cucinare vegetariano…a patto però che non mi diventi vegana se no la strozzo con le mie mani 😉

torta salata di finocchi

 

Torta salata di finocchi per 6 persone

una confezione di pasta brisè

  • 2/3 finocchi
  • 2 cipolle bianche medie
  • 200 g. di fontina
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • crema di besciamella, qui la ricetta
  • pangrattato
  • sale
  • pepe
  • noce moscata

Mondate ed affettate finocchi e cipolle, metteteli in un tegame con una noce di burro e un bicchiere di acqua salata, fateli stufare piano. Nel frattempo imburrate e foderate una tortiera bassa con la pasta brisè, spargete il fondo della pasta con il pangrattato, scolate i finocchi e le cipolle e sistemateli sopra al pangrattato. Tagliate la fontina a cubetti sottili e spargetela sulla verdura cotta. Infine ricoprite il tutto con la crema di besciamella. Passate la torta in forno già caldo a 200 gradi per circa 25 minuti, poi spostate la torta sotto al grill per altri 5 minuti.  Onestamente la torta salata di finocchi è più buona fredda, quindi se potete fatela con anticipo. La trovo anche adatta ad un aperitivo, sapore strano ma buono.

 

 
Precedente I passatelli, ricettario gratis per i miei lettori Successivo Pasta frolla: ricetta con soli albumi

11 thoughts on “torta salata di finocchi, ricetta vegetariana

Lascia un commento