Spaghetti tonno e mais

Gli spaghetti tonno e mais sono nati in una calda giornata estiva, e da quel giorno non li ho più abbandonati, persino in inverno.

Sono un primo piatto che vi permette di mantenere la casa fresca, in quanto il fuoco lo accenderete solo per cuocere la pasta. Potete portarli in ufficio o servirli per un pranzo in famiglia.
Io la pasta col tonno l’adoro!

Spaghetti tonno e mais

spaghetti tonno e mais

Ingredienti (dosi per 4 persone)
400 g di spaghetti
200 g di tonno sottolio
100 g di olive verdi snocciolate
Sale e pepe q.b

Procedimento
Mette a bollire abbondante acqua salata in una pentola. Aspettate che raggiunga l’ebollizione, dopo di che buttate gli spaghetti. Mescolate frequentemente, fate cuocere per il tempo indicato nella confezione.


Mentre la pasta cuoce, in una insalatiera, mettete il tonno, il mais, le olive e condite con sale e pepe. Una volta che gli spaghetti saranno cotti, scolateli e passateli sotto acqua corrente fredda, in modo da bloccare la cottura, e aggiungeteli al vostro sugo.
Servite freddo.

spaghetti tonno e mais

Curiosità: il mais, anche se non sembra, è usatissimo in cucina: se lessato viene messo nelle insalate o nelle paste, se “scoppiato” prende il nome di pop cork e viene consumato come stuzzichino, se schiacciato e tostato diventa un corn flakes e viene consumato per colazione col latte.
Il mais ha effetti benevoli sul nostro corpo: ha proprità rilassanti, diuretiche e rinfrescanti.
Si usa con successo nella gotta, nella litiasi renali, nell’insufficienza cardiaca, per citarne alcune. E’ ottimo anche per problemi di renella, per affezioni reumatiche ma anche come coadiuvante delle diete dimagranti.
Ha un elevato potere disintossicante, riduce i problemi della psiorasi e contiene la vitamina k3, che ha un’azione antiemorragica.
Con il mais ci si fa anche l’olio di semi: questo, se usato freddo, contrasta le malattie cardiovascolari e l’arteriosclerosi. Se l’olio, invece, si usa sulla pelle è in grado di renderla morbida ed elastica.
I chicchi di mais sono ricchi di idrati di carbonio, ma poveri di grassi e proteine.

Precedente Cartucce della suocera Successivo Involtini alle olive

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.