Crea sito

Pesto alla genovese (non originale)

Questa è una versione del pesto alla genovese alla quale ho aumentato la dose di formaggio cremoso per renderlo un po’ più compatto, adatto oltre che per condire la pasta anche per essere spalmato su crostini di pane abbrustolito (meglio se sono ancora caldi!)

Ricetta

40/50 foglie di basilico

1 spicchio di aglio

1 cucchiaio di pecorino

1 cucchiaio di parmigiano

1 cucchiaio di pinoli

1 pizzico di sale grosso

1 cucchiaio abbondante di ricotta fresca

ho messo tutti gli ingredienti nel boccale del frullatore ed ho fatto andare a tratti, cercando di non fare surriscaldare gli ingredienti. Se la consistenza non permette una buona rotazione delle lame del robot consiglio di aggiungere un po’ di olio

 

 

Pubblicato da martina

Blog manager per la piattaforma blog Giallozafferano ( Gialloblog) e blogger per hobby. Nel mio blog racconto di me attraverso le ricette che mi piace cucinare... per tutto il resto c'è facebook!

12 Risposte a “Pesto alla genovese (non originale)”

  1. La ricotta? Ma dai!
    Comunque anche io il pesto lo faccio a modo mio… e non so mai che dosi usare, perchè procedo ad assaggi!
    Però è sempre così buonooooo

  2. Ciao, è un piacere leggervi sulle mie pagine 😉 in effetti ho visto che in qualche versione del pesto consigliano di aggiungere un cucchiaino di formaggio cremoso o di ricotta per dare un po’ più di consistenza, io ho provato ad esagerare e ne è venuta fuori una cremina di pesto veramente buona 🙂 ho potuto mettere anche meno olio del solito così 🙂

    1. @Tina le foto cerco di farle fuori, senza flash (brutto tempo permettendo) e poi le ritocco con picnik, pago 17 euro all’anno e sono diventata utente premium. Per la foto in bianco e nero prima ho usato la lente b/n che lascia un circolo a scelta colorato e poi ho usato la lente che sfuoca 🙂 penso che dovresti avere quei filtri anche se non hai l’account premium 🙂

    1. no!! Ma veramente? quando lo feci io lo scorso anno ero rimasta delusa perchè in realtà c’erano pochissime cose in più….comunque 17 euro sono veramente poche se uno è appassionato di fotoritocco 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.