Crea sito

Pane al mosto

Questa è la prima prova di un pane al mosto con pochi e semplici ingredienti. Non mi ha pienamente soddisfatta, perchè non è lievitato come volevo, è rimasto troppo compatto e pesante, per i 500 g. di farina che ho utilizzato sarebbe dovuto crescere altre due volte tanto!


Comunque il sapore è buonissimo….veramente, al mattino spalmato di marmellata di albicocche è una colazione da leccarsi le dita!

Ricetta

500 g. di farina 0

1/2 bicchiere di acqua tiepida

5 cucchiai di zucchero semolato

250 g. di mosto

1 cubetto di lievito di birra

 

Far sciogliere il lievito nell’acqua, con un po di zucchero ed 1 cucchiaio di farina, lasciar riposare al coperto in un luogo tiepido ed aspettare che abbia raddoppiato il volume.

Impastare tutti gli altri ingredienti ed aggiungere l’impasto già lievitato.

Mettere direttamente in uno stampo da plumcake imburrato e coprire con un canovaccio.

Dopo 2 ore dovrebbe essere pronto per la cottura.

Forno preriscaldato a 250 g.

Si cuoce in circa mezz’ora, dipende dalla resa del forno.

Pubblicato da martina

Blog manager per la piattaforma blog Giallozafferano ( Gialloblog) e blogger per hobby. Nel mio blog racconto di me attraverso le ricette che mi piace cucinare... per tutto il resto c'è facebook!

24 Risposte a “Pane al mosto”

  1. io il mosto lo farò a giorni…a me sembra ben lievitato…cmq magari con qualche modifica lo devo provare anch’io!

  2. A volte capita anche a me che il pane resti un po’ pesante, che sia forse la temperatura esterna un po’ freddina a compromettere la lievitazione?Comunque complimenti, ripeto che sei sempre fonte di infinita ispirazione. Buona giornata Manu

  3. Credetemi, la foto inganna, avrebbe dovuto essere leggerissimo, invece pesava come una pietra, da li si capiva…anche l’alveolatura delle fette è troppo compatta….comunque tagliato sottile a mo di pan carrè è squisito!CiaoMartina

  4. Cavoli va mi sembra altissimo e tu dici che doveva raddoppiare? Credo che comunque il sapore sarà stato ottimo, brava!Buon fine settimana!!!

  5. Eccolo! Ero proprio curiosa di vederlo, come ti avevo già detto). L’aspetto è veramente bello, dev’essere morbidissimo…Dopo i complimenti qualche domanda: il mosto lo usi al posto dell’acqua? Ed oltre a conferire al pane un sapore caratteristico (è cosi, o è una mia idea?), ha altre proprietà?Baci e buon week end. Giovanna

  6. Allora…non sa di panbrioche, non sa di vino e nemmeno di uva..non so se siete mai capitate nelle cantine ai tempi della vendemmia…ha quel profumo li!Il lievito lo sciolgo in un po d’acqua perchè il mosto è denso e dolcissimo, lo ammazzarebbe subito..oddio…non è che lo abbia fatto lavorare bene comunque, per avere un’idea, in quello stampo di solito ci faccio un dolce con 300 g. di farina, e cè stato giusto un pane con 500 g. di farina, quindi ecco perchè dico che non ha lievitato…in effetti dopo 2 ore sotto allo strofinaccio, in caldo dentro al forno spento, si era leggermente mosso, quindi l’ho acceso subito, per paura che l’effetto del lievito svanisse del tutto ed allora, con la cottura è iniziato a crescere!Comunque, signore, se provate e trovate un modo per una lievitazione perfetta fatemelo sapere, accetto tutti i consigli. Io proverò anche a farlo col lievito in polvere e col lievito di birra ma con cottura immediata, perchè ho avuto il sospetto che lievito e mosto meno stanno insieme da crudi e meglio è!Ciao e buon week end a tutti!Martina

  7. Ciao a tutti,Ho mangiato questo pane solo un paio di volte a casa di una mia amica in Toscana e mi è piaciuto moltissimo, solo che non ho mai provato a farlo!Penso che, grazie alla tua ricetta, proverò a farlo anche io!BaciDeborah

  8. Dunque….io lo vedo bene anche con : prosciutto fichi e stracchino…alla faccia delle mie solite porcate!Ha un sapore strano, che si abbina bene sia al dolce che al salato…Ciao!Martina

  9. ciao, se lo vuoi rendere ancora più appetitoso metti anche semi di anice e mandorle. per la lievitazione metti un pò più di lievito e nel forno tiepido metti un tegamino di acqua bollente che crea umidità.

  10. Romy! Grazie mille per il consiglio! farò ancora questa versione semplice, perchè lo voglio poi isaporire con la marmellata per colazione, ma seguirò senz’altro il tuo consiglio riguardo al lievito ed al tegamino d’acqua…CiaoMartina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.