Crea sito

Orata al forno con contorno di fagiolini

Più semplice di così si muore!!!
Ma il pesce è buono semplice, al massimo con qualche salsina, ma ora con la dieta a noi non è concesso…se ne riparla tra un mesetto…L’orata, a noi piace tantissimo, ha la carne consistente e come si dice dalle mie parti “tiene botta” nel senso che sazia, cosa che con altri pesci non avviene!

Ingredienti per una persona :

1 orata da circa 500 gr. (una volta tolta la testa e le interiora peserà 250 g. circa, più o meno come dice la mia dieta riguardo al pesce)

1 spicchio di aglio

sale

pepe

5 g. di olio evo

Preparazione.

Pulire l’orata, togliere testa ed interiora ed aprirla a libro.

Metterla in una teglia da forno sopra ad un foglio di carta antiaderente.

Salarla, peparla e mettere l’aglio tagliato a fettine.

Far cuocere 15 minuti coperta da carta forno, scoprire e cuocere altri 10 minuti.

prima di servirla aggiungere olio evo a crudo.

Con 250 gr. di fagiolini lessati in pentola a pressione e conditi con olio (5 gr.) sale, pepe ed aceto di mele, più 50 g. di pane integrale ed una pesca, è stata la mia cena di ieri sera!

Secondo voi è triste la dieta? Direi proprio di no!

Pubblicato da martina

Blog manager per la piattaforma blog Giallozafferano ( Gialloblog) e blogger per hobby. Nel mio blog racconto di me attraverso le ricette che mi piace cucinare... per tutto il resto c'è facebook!

17 Risposte a “Orata al forno con contorno di fagiolini”

  1. Ciao Nima è un programma in prova che scarichi in rete, io l’ho quasi terminato purtroppo, lo trovi quìhttp://italian.eazel.com/il programma si chiama Collage creator, poi ce n’è un’altro che ha una prova più lunga e si chiama Collage maker lo trovi sempre su questo sito.Ciao anche a tutti le altre amiche che son passate!Martina

  2. grazie del tuo commento sul mio blog, mi ha fatto molto piacere. Complimenti per la cottura dell’orata che con questo metodo di cottura riesce ad essere meno secca e più gustosa, ottima l’idea del condimento con aceto di mele che aiuta a eliminare i liquidi in eccesso, più che una dieta sana mi sembra una cena favolosa!

  3. Ciao. L’orata rientra fra i pesci che prepariamo spesso anche noi, solitamente però noi la cuciniamo in microonde con un po’ di vino bianco e gli aromi per il pesce.Ci piave molto preparata lessa con un filo d’olio, limone e prezzemolo!

  4. Ciao Clamilla, sono finalmente tornata e con piacere ritrovo tanti amici e tanti succulenti piatti come questa ottima orata con fagiolini.Buona domenica e a prestoTina

  5. Ciao Clamilla, grazie del tuo commento sul mio blog. Ti faccio tanti complimenti per i tuoi, sei molto brava e non mancherò di farti visita. Direi proprio che non tutte le diete sono tristi, e la tua ne è una prova!Buona domenica.

  6. Ciao Martina, la tua non è una dieta e non è assolutamente triste, è mangiare in modo equilibrato ed intelligente, peraltro quando le materie prime sono eccellenti non necessitano di molto condimento, lo sai come la penso: un buon pesce va – assolutamente – condito solo con un ottimo olio extravergine, altrimenti il gusto del pesce si perde, e lo stesso discorso vale per la verdura; anche noi mangiamo sempre così. Buona domenica Giovanna

  7. Martina:-) si anche io 3 anni fa con i punti conad…. anche io sono quelle che uso di più:-)visto che hai notato la foto…è stata fatta oggi con il cell…hai visto?????……mi sono comprata la parrucca….:-) ora mi ci devo abituare…per ora la tengo su un oretta al giorno…poi con il fresco sarà confortevole:-) un baciottoAnnamaria

  8. Grazie di nuovo a tutti per la vostra visita, mi piace il mondo della blogosfera…un messaggio particolare ad annamaria:Le lenzuola son comodissime….tu puoi anche non metterla la parrucca, sei comunque bellisssima!Un bacio a tutti!Martina

  9. ottimo la cottura, io la farei anche con il finocchietto selvatico dentro la pancia dell’orata. conferisce un gusto eccezionale

  10. buonasera a tutti, sono un nuovo iscritto, spero che possiamo tutti quanti noi collaborare per aiutarci a scambiare le nostre idee e le nostre ricette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.