Crea sito

Mini burger di cavolo verza viola e radicchio

I mini burger di cavolo verza viola e radicchio sono ottimi per un antipasto o un secondo piatto vegetariano.
Sono semplici e si fanno in poco tempo. Ottimi accompagnati da qualsiasi salsa: dalla maionese, al ketchup, fino alla senape al miele, al peperoncino e chi più ne ha più ne metta!
Sono ottimi anche congelati e riscaldati al microonde.

Mini burger di cavolo verza viola e radicchio

mini burger di cavolo verza viola e radicchio ricetta nella cucina di martina

Ingredienti (dosi per 4 persone)
500 g di cavolo verza viola
250 g di radicchio
Pangrattato q.b
Sale e pepe q.b
Scorza di un limone
3 uova

Procedimento
Lavate e tagliate grossolanamente il cavolo verza viola e il radicchio. Lessateli in una pentola con abbondante acqua salata, scolate quando saranno pronti.

Fate intiepidire le verdure, poi versatele nel robot da cucina, aggiungete le 3 uova, un altro pizzico di sale e una grattata di pepe, la scorza grattugiata del limone e il pangrattato. Azionate il robot, impastate e continuate ad aggiungere pangrattato finché il composto non risulti morbido, malleabile ma che non si appiccichi alle mani.
A questo punto potete iniziare a formare i vostri mini burger: prendete un po’ di impasto, lavoratelo creando delle palline e poi schiacciatelo delicatamente; continuate così finché non finirete l’impasto. A mano a mano che create i mini burger metteteli in una teglia coperta da carta da forno. Cuocete in forno già caldo per circa 30 minuti a 180°C.

Servite i vostri mini burger come più preferite: in mezzo a due mini panini per hamburger (la ricetta la trovate qui: basterà creare delle palline più piccole), oppure su una foglia di insalata accompagnati con della senape, maionese o ketchup.

mini burger di cavolo verza viola e radicchio ricetta nella cucina di martina

Curiosità: il radicchio è molto amaro ma vi assicuro che con la verza si sposa benissimo, tanto che non c’è nessuna traccia di amarognolo. In ogni caso io ho utilizzato il radicchio tondo che è molto meno amaro di quello lungo.

Pubblicato da martina

Blog manager per la piattaforma blog Giallozafferano ( Gialloblog) e blogger per hobby. Nel mio blog racconto di me attraverso le ricette che mi piace cucinare... per tutto il resto c'è facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.