Insalata di pasta

Spesso, soprattutto in estate, mi va un bel piatto di pasta fredda, non solo in estate ma anche durante tutto l’arco dell’inverno. Questo deriva dal fatto che, quando andavo a scuola, tornavo sempre alle 14.30 del pomeriggio, e non avendo voglia di ricuocere la pasta, me la mangiavo fredda.

Accompagnata con un ottimo sugo, ideale per essere servito freddo, e fatta raffreddare in ottime condizioni igieniche, l’insalata di pasta è un piatto salutare e buonissimo.

Insalata di pasta

insalata estiva 1

Ingredienti (dosi per 4 persone)
400 g di fusilli
150 g di bresaola o pancetta affumicata
100 g di grana in scaglie
100 g di pomodori ciliegina

1 mazzetto di rucola
Olio
Sale e pepe q.b

Procedimento
Lessate i fusilli in abbondante acqua salata, conditeli con un filo d’olio e fateli raffreddare.
Tagliate la listarelle la bresaola (o la pancetta) e in due i pomodorini (privati dei semi).
Condite i fusilli con la bresaola, i pomodorini, il parmigiano in scaglie e la rucola spezzettata. Aggiungete una macinata di pepe nero. Condite con un filo d’olio, mescolate e servite.

insalata estiva 3

Curiosità: come ottenere un buon piatto di pasta fredda? In primo luogo bisogna utilizzare pasta di buona qualità, di formato corto, come le penne rigate, i sedanini, eccetera. Vediamo i 5 consigli per avere una perfetta insalata di pasta:
1) Non raffreddare la pasta sotto l’acqua corrente. Prima di tutto si consiglia di cuocere la pasta al dente. Una volta scolata non passatela mai, e dico mai, sotto l’acqua corrente, altrimenti avrete un’insalata di pasta slavata. Stendetela, invece, in una placca da forno rivestita con carta e lasciatela raffreddare all’aria con un filo d’olio.

2) Non usare ingredienti di pezzature diverse al tipo di pasta utilizzato, ad esempio una zucchina tagliata troppo grande, o un chicco di mais troppo piccolo.
3) Per dare più colore alla vostra insalata di pasta potete aggiungere all’acqua di cottura una bustina di zafferano.
4) Non prepararla con largo anticipo. Per avere un’insalata di pasta perfetta è sufficiente farla raffreddare per 30 minuti in frigorifero, e toglierla dallo stesso con mezz’ora di anticipo, in modo che non assuma quell’odore tipico da frigorifero.
5) Aggiungere la mozzarella solo prima di servire la pasta, in modo da non avere la tipica acquetta che rilascia questo latticino.

Precedente Pasta impazzita Successivo Spaghetti alla Martina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.