Crea sito

Dolce del recupero

Presente le pulizie periodiche che si fanno in dispensa, dove ci ritroviamo con tante confezioni iniziate e da finire? A me lo scorso fine settimana è toccato il cesto dei preparati per dolci! Codette colorate, gocce di cioccolato, 5 mandorle, 50 g. di cioccolato bianco…insomma un pout-pourri di piccole delizie, che seppur in modeste quantità mi dispiaceva dover buttare!


Ed allora ho creato questo dolce, partendo dal solito impasto base per panettoncini che faccio di solito.


Quindi:


300 g. di farina 00
100 g. di zucchero
100 g. di burro
3 uova
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito in polvere


50 g. di cioccolato bianco
25 g. di panna liquida
codette, gocce di cioccolato, mandorle, zucchero in grani 2 cucchiai di zucchero semolato


In un tegamino ho fatto sciogliere il cioccolato fondente con la panna, creando una ganache.
Nel robot da cucina con le pale in plastica. ho messo prima il burro con lo zucchero ed ho ottenuto una bella cremina spumosa, poi ho aggiunto le uova e la farina mescolata già con la vanillina ed il lievito.
metà di questo composto l’ho messo in uno stampo di silicone tondo poi ci ho spalmato al ganache di cioccolato bianco ed ho coperto col restante impasto. Ho livellato bene con una spatola, ho sparso la superficie con dello zucchero semolato ed o sparso il resto dei rimasugli della mia dispensa.


Ho cotto a 200 gradi in forno già caldo per circa 40 minuti.


Come si vede dalla foto, la cioccolata in mezzo al dolce si è sciolta tutta, facendo così ha irrorato l’impasto, dandogli un gusto particolarmente gustoso…..penso che lo rifarò anche quando non avrò da svuotare la dispensa!

Pubblicato da martina

Blog manager per la piattaforma blog Giallozafferano ( Gialloblog) e blogger per hobby. Nel mio blog racconto di me attraverso le ricette che mi piace cucinare... per tutto il resto c'è facebook!

26 Risposte a “Dolce del recupero”

  1. ciao Martina, altro che dolce da recupero questo è un “gran dolce”a colazione è l’ideale e non solo…bravissima come sempre ..un bacione..Tittina

  2. Beh proprio dolce recupero non direi….anzi a me sembra un dolce per le feste adatto al periodo invernale e pre natalizio ciao

  3. Ecco, adesso ci starebbe proprio bene una fettozza di questo dolce inzuppato nel mio caffèllatte!Buono Martina,lo proverò, le tue ricette sono una garanzia!ti abbracciodida

  4. ciao bellissima!!! ti auguro buona settimana prenatalizia, vilcanica come sei immagino cosa ci presenterai per natale!!! un abbraccio

  5. E’ anche un’idea per ripulirmi la dispensa! 2 in 1!!!Anche perchè sta straripando!A forza di comprare decorazioni che non costano tanto!

  6. Certamente una fetta seppur virtuale c’è per tutti….se fossimo stati vicini fisicamente ce ne sarebbero state anche due!Manu credo che rimarrai delusa riguardo al mio natale…..CiaoMarty

  7. Ciao Martina, sai che non ho mai fatto un dolce da recupero? quando mi avanza un mezzo sacchetto di qualcosa, cerco sempre di coprarne dell’altro così posso raggiungere la quantità che mi necessita…non mi azzardo mai a produrre ricette di mia inventiva!!Tu xei proprio bravissima!!BAcioni

  8. Eheheheheheh…leggendo la tua ricetta mi sono rivista io quando preparo il mio ciambellone e dentro ci metto tutte le rimasuglie delle varie decorazioni di cioccolato….bravaaaaa idea utile!!!E complimenti per l’albero!!!!ciaoooooooo lidia

  9. brava!!!cosi si fa..anche a me succede di “ripulire “la mia scatola x i dolci e a volte riescono meglio i dolci fatti cosi che quelli tutti precisini…il problema arriva quando qualcuno ti dice…”buono!devi darmi assolutamente la ricetta”..una parola!!!!non ti ricordi nemmeno tu quello che ci hai buttato dentro!!!ciao

  10. finalmente qualcuno che mi suggerisce la ricetta giusta …che ho un sacco di codette avanzate e ogni volta che metto in ordine le guardo…ora finiranno sulla torta !!un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.