Crea sito

Bignè di pasta choux

Ma ve l’ho mai detto che mia figlia Clarissa frequenta il secondo anno dell’istituto alberghiero? Boh, non me lo ricordo se lo avevo mai detto..però penso che da qui a qualche tempo ve ne accorgerete…sta cominciando a cucinare e sta mettendo le mani in quelle ricette che io non ho mai osato provare a fare.

I bignè…li ho sempre adorati ma per paura di sbagliare non mi sono mai cimentata nella loro preparazione, ho sempre preferito comprarli. Domenica scorsa Clarissa tira fuori il suo portadocumenti dove tiene tutte le ricette che provano  in laboratorio di cucina  e mi propone di farli.

ovviamente accetto più che volentieri e ci siamo anche divertite un sacco. Finalmente anche io ho imparato a fare i bignè di pasta choux 🙂

Per circa 30 bignè piccoli (da profiteroles)

300 g. di acqua

150 g. di burro o di strutto

180 g. di farina 00

5 uova

1 pizzico di sale

In una casseruola dal fondo spesso mettere l’acqua con il sale ed il burro. Quando inizia a bollire aggiunghere la farina tutta in una volta  e mescolare fino a che il composto non si stacchi dalle pareti del tegame.

spegnere il fuoco e continuando a mescolare aggiungere un uovo e mescolare fino al suo completo assorbimento. Aggiungere un altro e ripetere il procedimento per tutte le uova. Per provare se il composto è pronto basta pizzicarne un po’ con due dita ed allargarle, se si forma un filo di pasta allora possiamo procedere a fare i bignè.

Scaldare il forno a 200 gradi e foderare una teglia con della carta forno. Con due cucchiaie da minestra prelevare il composto e formare dei mucchietti. Porli a distanza regolare sulla teglia. Infornare per 30/35 minuti, Sono pronti quando saranno gonfi e dorati.

16 Risposte a “Bignè di pasta choux”

    1. @zagara….non solo si possono sostituire purchè siano dello stesso peso, ma come c’è scritto sul quaderno di mia figlia, dettato dal prof di cucina, si può anche mettere lo stesso peso di olio o di margarina. Noi abbiamo optato per un più rassicurante burro……

  1. Complimenti per la pasta choux.
    Io la adoro e la preparo da sempre,pero’ uso la margarina.
    interessante anche tutto il resto,veramente un bel blog!!!!
    per quanto riguarda alla partecipazione Vinitaly-venezia,non so se ne sono capace.Ho eseguito come hai detto tu e mi sono iscritta al club giallozafferano,basta fare solo questo.?Non ridere sono tanto,tanto imbranata con il pc!!!!!!

    Grazie di cuore!!!!
    buona cucina

  2. Che belli, Brave!! Complimenti a Clarissa non solo per aver fatto queste prelibatezze ma soprattutto per aver scelto un tipo di scuola così impegnativo ( quest’anno sono insegnante di sostegno al Colombatto di Torino e ti assicuro che un istituto Alberghiero è molto più impegnativo di un liceo..io passo i pomeriggi e le sere a fare riassunti per i miei due pupilli di ben 15 materie!) Un bacione a entrambe.
    Mariateresa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.