Crea sito

TORTA DEL RE – TORTA RUSSA VERONESE

Print Friendly, PDF & Email


La Torta del Re – Torta russa veronese è un dolce ricco e molto gustoso. Si tratta di un dolce fatto da un involucro di pasta sfoglia e da un ripieno ricco, morbido e molto saporito! La sua forma e gli ingredienti utilizzati richiamano molto la Gallette des Rois, un dolce che si prepara in occasione della festa dell’Epifania nella Francia settentrionale. In realtà la Torta del Re o torta russa è un dolce tipico veronese.
Questa torta sembra che derivi da quella chiamata torta russa mantovana e da lì bisogna partire.
Quest’ultima era originaria della Grecia, dolce della comunità ebraica di Mantova.
Si dice che questo dolce sarebbe stato importato nella città dei Gonzaga da un pasticciere ebreo originario di Salonicco. Non si sa quando sia avvenuta la sua diffusione, ma sicuramente risale all’epoca in cui la comunità ebraica mantovana era una delle più importanti in Italia.
Successivamente preparazioni simili si diffusero oltre i confini di Mantova e della Lombardia, spostandosi a Verona, ad esempio, si trova una torta dalle sembianze molto simili alla Greca, ma che qui viene detta Russa. Quel che si sa è che si tratta ancora di una torta dall’alto guscio di sfoglia con un ripieno soffice alle mandorle. Di diverso, la presenza di amaretti sbriciolati. Nonostante sia uno dei dolci tradizionali della città, chiamata infatti anche semplicemente Torta di Verona, sarebbe nata in tempi decisamente più recenti rispetto a quella di Mantova, si pensa verso la metà del secolo scorso. Le origini del nome sono varie ed oscure, infatti c’è chi pensa che derivi dalla sua forma a colbacco e chi lo fa risalire alla nazionalità di una bella fanciulla. Secondo questa versione, la torta sarebbe stata creata da un veronese che, lavorando sulle navi nei mari del Nord, avrebbe perso la testa per una ragazza e, rientrando in patria, le avrebbe dedicato questa delizia. Più prosaicamente, c’è chi ritiene che il pasticciere si sia limitato a riprodurre a Verona una torta tipica assaggiata a Odessa.
Resta il fatto che a Mantova, già da qualche secolo si preparava e tramandava la ricetta di un dolce quasi identico, quindi più semplicemente potrebbe essere una sua derivazione.

Un dolce davvero ottimo, con un ripieno morbido e leggero, non si tratta di una crema ma un impasto lievitato soffice dove le mandorle e gli amaretti si sposano alla perfezione.
Provatela, è perfetta sia come dopo pasto accompagnata ad un pò di vinsanto o passito, sia insieme ad una tazza di tè.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 rotolidi pasta sfoglia rotondi (o se non li trovate vanno bene anche rettangolari)
  • 200 gdi amaretti
  • 100 gdi mandorle
  • 200 gdi burro
  • 200 gdi zucchero
  • 3uova
  • 175 gdi farina 00
  • Mezza bustinadi lievito in polvere per dolci
  • scorza di 1 limone non trattato
  • 1 bustinadi vanillina

Strumenti

  • 1 Stampo per dolci rotondo cm 24 oppure rettangolare 18 x 26 cm
  • 1 Ciotola
  • 1 Frusta elettrica
  • 1 Pentolino
  • 1 Frullatore / Mixer

Preparazione della torta del re – torta russa veronese

Mettete il burro in un pentolino e fatelo fondere a bagnomaria, successivamente fatelo intiepidire.

Con un mixer da cucina frullate le mandorle fino ad ottenere una farina grossolana.
Sbriciolate grossolanamente con le mani gli amaretti.

In una ciotola mettete le uova e lo zucchero, poi con le fruste elettriche sbattetele per qualche minuto in modo da renderle spumose e gonfie.

Mescolate il lievito e la vanillina alla farina, poi aggiungetela al composto di uova. Mettete anche la scorza del limone non trattato grattugiata e lavorate il tutto.

Al composto ottenuto aggiungete il burro fuso, le mandorle tritate e gli amaretti sbriciolati, poi lavorate bene prima con le fruste elettriche poi con un mestolo per amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Prendete i due rotoli di pasta sfoglia (la ricetta originale prevede l’utilizzo della sfoglia rotonda, io ho utilizzato la rettangolare perchè l’altra non l’ho trovata) e srotolateli lasciandoli sulla carta forno in cui sono avvolti.
Prendetene uno (sempre lasciando la carta sul fondo) e foderatevi un stampo rotondo del diametro di 24 cm o rettangolare delle dimensioni di circa 26 x 18 cm.
Fate aderire bene i bordi alle pareti dello stampo in modo da poterlo ripienare.
Versate il ripieno precedentemente preparato al suo intero livellandolo bene e coprendo tutta la superficie, poi con il secondo rotolo di sfoglia (a cui avrete eliminato la carta forno) coprite la base ottenuta.
Chiudete bene i bordi seguendo lo stampo in modo che il ripieno non fuoriesca (se la pasta straborda troppo dallo stampo potete eliminare la parte in eccesso). Potete creare come un cordoncino lungo il bordo pizzicando la pasta con le dita in modo da sigillarlo.

Con una forchetta praticate dei piccoli fori sulla superficie, poi, prima spennellatelo leggermente con poco latte dopo di che cospargetelo con dello zucchero.

Cuocete la Torta del Re in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 – 45 minuti, a fine cottura deve risultare la superficie sfogliata e dorata

Una volta cotto estraetelo dal forno e lasciatelo freddare completamente prima di metterlo su di un vassoio.
Vi consiglio di prepararlo il giorno prima in quanto riposando e freddandosi completamente il ripieno prenderà sapore ed il dolce sarà ancora più buono!
  1. SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

    – clicca mi piace sulla PAGINA FACEBOOK

    – seguimi su INSTAGRAM

    – seguimi su PINTEREST 

    – iscriviti al canale YOUTUBE per vedere tutti i video

    Per tornare alla HOME clicca QUI

    Per altre RICETTE DI DOLCI clicca QUI

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Share this nice post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.