Crea sito

TARALLI AL FINOCCHIO

Print Friendly, PDF & Email

 

A chi non piacciono i taralli… beh praticamente a nessuno. Se ne possono fare in tanti modi, quelli che vi propongo oggi sono tra i più classici, i taralli al finocchio. realizzarli è semplice e non richiede molte difficoltà. Basta seguire pochi e semplici passaggi ed il gioco è fatto…. non vi resta che sgranocchiarli al posto del pane, in un momento di relax o perchè no sul divano comodamente seduti mentre guardiamo un film.

 

 

taralli al finocchio - nella cucina di laura

 

 

INGREDIENTI: 

– 350 gr di farina 0

– 125 gr di lievito madre già rinfrescato oppure 12 gr di lievito di birra

– 10 gr di zucchero

– 80 gr di strutto

– 200 ml di acqua

– 1 cucchiaino di sale

– 1 cucchiaio si semi di finocchio (potete abbondare se volete un sapore più intenso)

 

Nel vaso della planetaria (o in una ciotola se procederete lavorando il tutto a mano) versate la farina setacciata, aggiungendo il lievito madre già rinfrescato (o il lievito di birra). Unite il sale, lo zucchero, i semi di finocchio, lo strutto ed in fine l’acqua.

Lavorate il tutto con il gancio ad uncino per almeno 15 minuti in modo da ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Non deve risultare appiccicoso, quindi se fosse necessario potete aggiungere un pò di farina in modo che l’impasto risulti asciutto ma morbido, questo potrebbe dipendere dall’umidità della farina.

Trasferite l’impasto in una ciotola, copritelo con della pellicola o un canovaccio umido e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume, circa 4 – 6 ore con il lievito madre o 1 – 2 ore con il lievito di birra.

Trascorso il tempo di lievitazione riprendete l’impasto e dividetelo in 22 parti uguali. Con ogni pezzetto formate due strice lunghe circa 20 cm intrecciateli tra di loro e chiudeteli ad anello saldando bene le estremità.

Disponete i taralli su una teglia coperta con carta forno distanziandoli tra loro. Cuoceteli per circa 18 – 20 minuti in forno preriscaldato a 180°C, dovranno risultare dorati e croccanti. Una volta cotti lasciateli freddare prima di servirli o di riporli in dispensa.

 

 

taralli al finocchio - nella cucina di laura

 

 

Seguimi anche su Facebook e YouTube  resterete aggiornati anche sulle ultime novità! Ci conto!! :)

 

Share this nice post:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *