SPEZZATINO DI VITELLO

Print Friendly, PDF & Email

Lo spezzatino di vitello è una ricetta tipica ormai di molte cucine italiane, ma si ritiene che sia nata al nord dove stufati, bolliti e stracotti la vanno per la maggiore.

Lo spezzatino è un secondo piatto a base di carne che viene cotto in un tegame sul fuoco e richiede una cottura lenta e dolce, infatti la carne dovrà risultare tenerissima.

Ogni famiglia ha la sua versione, la sua ricetta.. c’è chi lo lascia bianco, chi aggiunge del pomodoro, chi lo serve con patate, o con piselli e così via. Io vi do la versione classica, quella base.

  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:10 – 15 minuti
  • Cottura:1 – 2 ore
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 1 kg Polpa di vitello
  • 1 rametto Rosmarino
  • 3 foglie Salvia
  • 2 spicchi Aglio
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • 2 l Brodo vegetale (o di pollo)
  • Vino rosso (mezzo bicchiere)

Preparazione

  1. Prendete la polpa di vitello e tagliatela a cubetti, in alternativa fatelo fare dal vostro macellaio. In realtà dal macellaio potete trovare anche la carne già pronta e tagliata per cucinare lo spezzatino.

    Prendete una casseruola dal fondo spesso e dai bordi alti non troppo larga. Mettete poco olio al suo interno, l’aglio in camicia schiacciato, le foglie di salvia, il rosmarino e lasciate scaldare a fuoco alto. Quando gli aromi iniziano a sfrigolare unite la carne a cubetti e mescolandola di tanto in tanto con un mestolo di legno fatela leggermente arrosolare da tutti i lati.

    Quando la carne sarà sigillata e arrosolata bagnatela con il mezzo bicchiere di vino rosso, e sempre a fuoco vivace fatelo sfumare.

    Quando il vino sarà evaporato e non sentirete più l’odore di alcool versate il brodo all’interno del tegame fino a ricoprire completamente la carne. Regolate di sale e di pepe.

    Lasciate cuocere a fuoco dolce il tutto per almeno 1 ora, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno e controllando che il brodo non si asciughi completamente. La cottura deve avvenire a pentola chiusa con il coperchio.

    Quando il brodo sarà ristretto e sarà rimasto solo un sughetto all’interno del tegame controllate la cottura della carne, dovrà essere molto tenera. Se così non fosse aggiungete altro brodo e prolungate la cottura fino a che la carne sarà morbida. Alla fine non deve rimanere brodosa, ma si sarà formato un sughetto sulla base della carne.

    Servitela calda servita con un contorno a piacere.

  2. Seguimi anche su FACEBOOK e clicca mi piace, resterai sempre aggiornato sulle ultime novità! Seguimi anche su G+ Instagram Pinterest e Twitter. su Ci conto!! :)

    Per tornare alla HOME clicca QUI

    Per altre ricette di SECONDI DI CARNE clicca QUI

Share this nice post:
Precedente ZUCCA AL FORNO Successivo TORTELLINI PANNA E PROSCIUTTO COTTO

Lascia un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.