SEITAN HOME MADE

Print Friendly, PDF & Email

 

La cucina per voi cosa è? Per me tante cose… tradizioni… cultura…. ricette tramandate dalla mamma e dalla nonna… e poi? Beh per me è anche curiosità e voglia di conoscere mondi nuovi e alimenti diversi da quelli così detti normali! Per me è anche sperimentazione!

Questo non vuol dire che io stia rinnegando la cucina tradizionale, e non mi sto convertendo nè alla cucina vegetariana, nè a quella vegana, ma devo dire che mi incuriosiscono molto, e mi piace curiosare in questi due mondi.

Per tornare al Seitan vi dico che questo è un alimento proteico che viene fatto e mangiato proprio dai vegani per sostituire la carne. Sostanzialmente è massa glutinica, quindi non è assolutamente un cibo adatto a tutti coloro che hanno un’intolleranza al glutine!!! L’aspetto richiama un pò esteticamante un roastbeff, ma la consistenza è totalmente diversa. La mia curiosità comunque è stata ripagata sia dalla riuscita della mia produzione che nel successo che ha avuto. E’ piaciuto a tuttii quelli che lo hanno assaggiato… anche ai più scettici!!!

Scusatemi in anticipo per la lunghezza del post, ma cercherò così di illustrarvi passo passo tutti i passaggi necessari visto che magari per molti di voi sarà la prima volta che lo producete o addirittura che ne sentite parlare!!

A, dimenticavo di dirvi una cosa… il seitan appena fatto si deve lasciar riposare un pò, magari farlo il giorno prima è l’ideale, e poi va cucinato successivamente… si può fare in mille modi… fritto, tipo cotoletta, al pomodoro….. ma questo lo vedrete in un altro post!!!

seitan home made - nella cucina di laura

 

 

 

 

 

 

INGREDIENTI

– 1 kg. di farina 0

– 600 ml. di acqua

Per la marinatura

– curry q.b.

– salvia secca q.b.

– rosmarino secco q.b.

– 2 spicchi di aglio

– salsa di soia q.b.

– vino bianco q.b.

– acqua q.b.

Per il brodo

– 3 lt. di acqua q.b.

– 1 carota

–  costola di sedano

– sale q.b.

– 1 spicchio di cipolla

Iniziate impastando la farina con l’acqua. Dovrete ottenere un composto non troppo duro ma non appiccicoso. Lavorate bene e lasciate riposare circa 1 ora coperto.

 

 

 

 

 

 

 

 

A questo punto arriva il bello…. l’impasto va lavato!!!!!!!!! Si avete capito bene, lavato!!! In modo tale da far sì  che resti solo la parte glutinica e l’amido se ne vada. Allora prendete una ciotola e riepitela di acqua calda (non bollente) ed immergetevi l’impasto. Iniziate a muoverlo e lavarlo, vedrete che l’acqua diventerà bianca… è l’amido che viene rilasciato.

 

 

 

 

 

 

 

 

Recuperate l’impasto con un colino, svuotate la ciotola e riempitela di acqua pulita, ma questa volta deve essere fredda, e lavate ancora. Continuate così fino a che l’acqua non risulterà pulita. Naturalmente ci vorranno alcuni lavaggi e non dimenticate di alternare acqua calda e fredda. L’ultimo lavaggio deve essere a freddo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ad un certo punto mentre lavorate l’impasto nell’acqua vi sembrerà che si sfaccia… non abbiate paura, è normale, ma ad un tratto come per magia tornerà a ricompattarsi e tornare ad avere la forma di una pallina. La consistenza sarà tipo quella delle palline antistress… non ridete!!

 

 

 

 

 

 

 

 

Una volta che la pallina di pasta sarà pronta si sarà molto ridotta, infatti da 1 kg. di farina ne resteranno circa 650 gr.

Legatelo con dello spago da cucina (o se avete un canovaccio che usate solo per cucinare potete avvolgero con questo). Date una forma tipo salame.

 

 

 

 

 

 

 

In un contenitore alto e non troppo largo preparate la bagna, mettendo tutti gli ingredienti indicati. Le quantità sono un pò indicative, ma dovrete far sì che una volta introdotto il seitan ne venga ricoperto. Lasciatelo in infusione per 1 ora.

 

 

 

 

 

 

 

Preparate adesso il brodo. In una pentola molto capiente (perchè in cottura il seitan aumenterà di volume) mettete tutti gli ingredienti indicati, portate a bollore e fate cuocere 10 minuti. Unitevi tutta la bagna e mettevi dentro il seitan. Cuocete per circa 1 ora.

 

 

 

 

 

 

 

 

A questo punto l’ho fatto freddare. Il brodo va filtrato e messo in un contenitore dove poi porrete il seitan per poterlo conservare in frigo per qualche giorno.

Ecco è pronto…. a voi la scelta di come cucinarlo!! Spero vi piaccia.

seitan home made - nella cucina di laura seitan home made - nella cucina di laura

seitan home made - nella cucina di laura

 

 

 

 

 

 

Seguimi anche su Facebook, clicca mi piace alla pagina e resteremo in contatto! Inoltre iscrivendovi al  canale YouTube  resterete aggiornati anche sulle nuove video ricette! Ci conto!!
 
images
youtube-logo
 
 

Share this nice post:

8 Risposte a “SEITAN HOME MADE”

  1. Laurettaaaaaaa, ma quanto ti è venuto bello!!!!
    Hai pubblicato un post meraviglioso esaustivo e assolutamente perfetto!!!
    Sono d’accordissimo con te sulla voglia di sperimentare nuovi gusti in cucina, e quanti ne proveremo ancora!!!
    Grazie per avermi citata ma soprattutto grazie per la fiducia che riponi ogni volta in me e nei miei esperimenti.
    Ci ritroviamo per discutere il da farsi in questi giorni, perchè noi non ci fermiamo mica qui eh???? ahahahahaha… Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.