RICOTTINA PICCANTE HOME MADE

Print Friendly, PDF & Email
 
Avete mai fatto la ricotta in casa? A me piace provare a sperimentare e  fare a casa cose come questa. Questa volta l’ho fatta piccante, per la gioia di mio marito. E’ semplice da fare, veloce e davvero buona! La potete fare sia come sfizio per stupire i vostri ospiti e vantarvi di averla fatta voi, sia per consumare il latte vicino alla scadenza.
Ricottina piccante home made… provatela e fatemi sapere!
 
 
 
 
ricottina piccante home made - nella cucina di laura
 
                                                           Piatto Ceramica Sorrentina        
 
 
 
INGREDIENTI (per una ricotta da 200 – 250 gr.):
 
– 1 litro di latte
– 1 cucchiaino di sale
– 2 cucchiai di aceto bianco
– peperoncino macinato q.b.  
 
 
Mettete il latte in un pentolino con il cucchiaino di sale. Mescolare e mettetelo sul fuoco. Portatelo ad ebollizione stando attenti a non farlo fuori uscire.
 
Quando bolle aggiungete l’aceto bianco e mescolate per distribuirlo. Spegnete il fuoco. Vedrete che inizierà già a coagularsi.
 
Coprite la pentola con un coperchio e lasciate riposare per 30 – 40 minuti.
 
Trascorso il tempo di riposo nella pentola si sarà formato uno strato denso sul fondo e il siero sarà rimasto in superficie.
 
Filtrate il tutto utilizzando un colino ed una garza. Lasciate scolare per circa mezz’ora, dopo di che trasferite il composto rimasto nella garza in una ciotola, aggiungete il peperoncino macinato e amalgamate il tutto, poi versatelo nel canestrino della ricotta in modo da dargli la forma.
 
Mettete in frigo per 3 – 4 ore in modo che si compatti.
 
Al momento di servirla eliminate il siero che si sarà formato sul fondo del canestrino, rovesciatela su di un piatto da portata e a piacere decoratela con qualche peperoncino secco intero.
 
 
 
ricottina piccante home made - nella cucina di laura
 
 
 
 
Seguimi anche su Facebook, clicca mi piace alla pagina e resteremo in contatto! Inoltre iscrivendovi al mio canale YouTube  resterete aggiornati anche sulle nuove video ricette! Ci conto!!
 
images
 
youtube-logo
 
 

Share this nice post:

37 Risposte a “RICOTTINA PICCANTE HOME MADE”

  1. Mai provato a a farla in casa, deve essere davvero deliziosa, brava!!
    P.S. Da un po’ di giorni compare sul tuo blog un video che fatica a caricarsi e rallenta la lettura delle tue splendide ricette… puoi fare qualcosa per noi, appassionate lettrici del tuo delizioso blog? GRAZIE!!!

  2. a me piace tantissimo la ricotta, ma ti dico la verità non l’ho mai fatta in casa, io pensavo che poteva farla solo i pastori, quindi una gran bella scoperta……grazie a te ci proverò anch’io a rifarla !!!

  3. io che sono una pastrocchiona credi che non sia tentata dal copiarti? eheheh.. è bellissima la tua ricottina e mi sfizia tanto l’idea. Grazie!!

  4. ogni tanto preparo anche io la ricottina col latte in scadenza, di solito la aromatizzo col basilico o con la buccia di limone… proverò col peperoncino visto che amo i sapori piccanti e decisi

  5. deve essere buonissima questa ricottina, anche mio marito apprezza i cibi piccanti e questa sicuramente sarebbe di suo gradimento. complimenti!

  6. wow che bellezza di ricotta!! pure piccante 😀 guarda, rovesciare una ricotta e condirla si, fatto anche io.. ma partire da zero come fai tu o come fa Cri no, mai fatto e vorrei.. 🙂

  7. Non ho mai provato a fare la ricotta ma devo complimentarmi sei davvero bravissima e chissà che ottimo sapore.

  8. Piccole soddisfazioni ! L’aceto a cosa serve ? Ma è l’unico metodo oer fare ricotta home made o ci sono altri metodi ? Grazie impossibile da credere tanto è facile ! ♥

    1. ciao!! l’aceto serve per far coagulare il latte (si mette al posto del caglio che usano nelle aziende casearie) un metodo casalingo. non so se esistono altri modi, io ho provato solo questo…. ma è troppo forte!!!! 😀

  9. Ho provato a fare la ricotta come tu descrivi nella ricetta, ma sapeva un tantino di amaro, sbaglio qualcosa???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.