LA PANZANELLA

Print Friendly, PDF & Email

Eccomi qui a parlarvi di un piatto della tradizione toscana…. LA PANZANELLA!!!

E’ un piatto povero della tradizione contadina toscana, un piatto freddo adattissimo nelle calde giornate estive, un piatto di recupero perchè si utilizza del pane raffermo, così evitiamo di non sapere cosa farci e buttarlo via,un piatto semplice e velce, ottimo anche per una pausa pranzo leggera e veloce… avete visto quante qualità…!!!

La sua origine è molto antica ed è radicata nella cultura contadina. La prima ricetta prevedeva tutti gli ingredienti base come vi indicherò sotto, ma ad esclusione del pomodoro che venne introdotto solo successivamente alla scoperta dell’America. Infatti il pomodoro è tipico ed originario del così detto Nuovo Mondo e solo grazie alla sua scoperta ebbe diffusione nel resto del mondo… quinti capirete l’antichità della ricetta.

Diciamo che ormai l’estate sta finendo, ma mi è venuta voglia di scrivere questa ricetta perchè l’altro giorno un grande chef, di cui non farò il nome, in un noto programma ha fatto questa ricetta e sinceramente sono rimasta senza parole, perchè ha iniziato ad elencare mille ingredienti, tra i quali peperoni, finocchi, sedano, insalata… eccetera…. Ma come, mi sono detta, è pure di origini toscane e non sa fare una panzanella??? Non è possibile!!!! Beh, certamente io non voglio dire niente di male sul suo lavoro, è bravissimo ed io non voglio mettermi certo al suo livello, ma quella ricetta non si poteva proprio vedere!!

Adesso vi dico come la faccio io e come si fa in casa mia da tre generazioni di toscani doc.

 

 

 

 

 

 

INGREDIENTI

– pane toscano (quello sciapo, senza sale) raffermo di qualche giorno 250 gr.

– sale

– olio evo q.b.

– aceto di vino rosso q.b

– 10 pomodorini ciliegini freschi

– 1 cetriolo

– 1 cipolla

– qualche foglia di basilico

 

Prendete una bacinella, riempitela di acqua fredda, versateci un pò di aceto di vino ed un pizzico di sale.  Questo era il trucco che usava la mia nonna Maria, mamma del mio babbo, per far si che l’aceto si distribuisse bene su tutto il pane e non solo in alcune parti. Tagliate il pane a fette un pò altine e poi queste a pezzi e mettetele nella bacinella con l’acqua, facendole impregnare bene. Quando saranno ben bagnate strizzatele bene con le mani e mette il pane così ottenuto in un altro recipiente sbriciolandolo un pochino.

Adesso lavate tutta la verdura. Il cetriolo si può sbucciare o non sbucciare a seconda dei gusti… io lo lascio con la buccia perchè in casa mia dicono che così lo digeriscono meglio, comunque vedete voi…

Fate il pomodoro a pezzi piccoli, il cetriolo e la cipolla a fette sottili, e poi unite le verdure così ottenute al pane.

Prendete il basilico lavato, spezzettatelo con le mani (non a coltello sennò diventa nero) ed unitelo al composto.

Condire con l’olio (logicamente extravergine di oliva) e se necessario regolare di sale nel caso in cui non lo avete messo abbastanza nell’acqua di ammollo del pane. Mescolate bene…. e BUON APPETITO!!!!

 

 

 

 

 

 

Seguimi anche su Facebook, clicca mi piace alla pagina e resteremo in contatto! Inoltre iscrivendovi al  canale YouTube  resterete aggiornati anche sulle nuove video ricette! Ci conto!!
 
images
youtube-logo

 

Share this nice post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.