Crea sito

CENCI PAPILLON

Print Friendly, PDF & Email

Tempo di carnevale, quindi tempo di dolci, sopratutto fritti.
Vi avevo già dato in passato la ricetta dei cenci, oggi vi do una piccola idea per poterli fare con una forma diversa… basterà pizzicarli al centro per creare dei piccoli fiocchi.
I cenci papillon sono semplici da realizzare, si scioglieranno in bocca e per i più grandi sono squisiti se inzuppati nel vinsanto!

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura2 Minuti
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 4Uova
  • 4 cucchiaiZucchero
  • 4 cucchiaiOlio di oliva
  • Burro (1 piccola noce)
  • MezzoSucco d’arancia
  • Vin santo (o altro liquore dolce – 2 dita di bicchiere)
  • q.b.Olio di semi di girasole
  • q.b.Zucchero a velo
  • 500 gFarina 00

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Tagliapasta
  • 1 Tegame

Preparazione

Iniziate mettendo in una ciotola le uova e sbattetele un pò. Unitevi l’olio di oliva, il succo dell’arancio spremuto, il vinsanto, il burro fuso intiepidito, lo zucchero e sbattete un pochino in modo che lo zucchero si sciolga.
 
A questo punto unite tutta la farina. La sua quantità è un pò indicativa, nel senso che a seconda del liquido (ad esempio il succo dell’arancia non sarà sempre uguale come quantità) ve ne potrebbe richiedere un pò di più. Voi comunque impastate il tutto molto bene, dovrete ottenere un panetto asciutto e non appiccicoso. Se vedete che si attacca alle mani unitene ancora.
 
Una volta impastato fatene un panetto lungo e lasciatelo riposare una mezz’ora avvolto in un canovaccio. 
 
Passato il tempo di riposo coprite il tavolo con una tovaglia pulita e procedete con lo stendere la pasta. Dal panetto ricavate dei dischi dello spessore di circa 2 cm. Se volete potete poi stenderli a mano con il mattarello, ma io per praticità ho usato la nonna papera, anche perchè la sfoglia dovrà essere tirata molto sottile. L’unico accorgimento fondamentale è che le tiriate nell’ordine in cui avrete cominciato, cioè… prendete il primo disco e stendetelo con lo spessore più largo della nonna papera, poi posizionatelo sul tavolo, prendete un altro disco, passatelo e posizionatelo vicino a quello steso precedentemente… e così via fino a stendere tutti i dischi. Adesso che avrete steso tutti i dischi con lo spessore più largo riducete di un punto lo spessore della nonna papera ed iniziando dalla sfoglia che avevate steso per prima passatela tra i rulli, riposizionatela sul tavolo, stendete quella che era la seconda, poi la terza e così via. L’ordine è molto importante!! Per farvi capire lo spessore finale io ho passato le sfoglie dal numero 1 al numero 5 della mia nonna papera. 
 
Prendete una rotella per tagliare le sfoglie ottenute… molti vedo che le tagliano a strisce rettangolari, io invece non le faccio molto lunghe, preferisco dare una forma quadrata o al massimo un piccolo rettangolo. Vedete voi come vi piacciono di più. Pizzicate al centro il piccolo rettangolo ottenuto in modo da realizzare una farfalla.
 
 In una pentola con i bordi alti versate l’olio di oliva. Deve essere abbondate. Io ne ho usato circa 2 litri, ma dipende un pò dalla grandezza della pentola che userete. Portate ad ebollizione ed iniziate a friggere le chiacchiere.
 
Nel frattempo preparatevi una ciotola bella capiente foderata di carta da cucina per mettervi cenci papillon cotti.
 
Non ne friggete più di 5 – 6 alla volta sennò visto che cuociono velocemente rischiate di bruciarli, e cosa fondamentale sempre nell’ordine che vi ho detto prima… iniziate da quelli stesi per primi! Appena le metterete nell’olio caldo dopo pochi secondi le dovete girare e quando vedete che prendono un leggero colore dorato toglietele subito. Anche se non sembra saranno cotti, ve lo assicuro. Scolateli con una schiumarola e metteteli nella ciotola. Spolverate ogni strato con dello zucchero a velo.
 
I cenci papillon sono pronti da essere mangiati.
  1. Seguimi anche su FACEBOOK e clicca mi piace, resterai sempre aggiornato sulle ultime novità! Ci conto!! 

    Per tornare alla HOME clicca QUI

    Per altre RICETTE DI CARNEVALE clicca QUI

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Share this nice post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.