Pastiera napoletana, la mia ricetta rivisitata

La Pastiera napoletana nella sua ricetta originale è un dolce che ho scoperto solamente quest’anno … ossia, sapevo che esistesse e ne conoscevo gli ingredienti, ma non lo avevo mai assaggiato né tanto meno cucinato.

pastiera napoletana 2

Quando mi si è presentata l’occasione, ne ho assaggiata una casalinga, fatta da una signora napoletana verace, che mi ha dato anche la sua ricetta originale .. quella che vi propongo qui è una mia rivisitazione di questa ricetta cui ho tolto un po’ di zucchero, di uova e di essenza di fiori di arancio, dal momento che la ricetta originale della pastiera napoletana mi era sembrata troppo dolce e soprattutto troppo profumata, a tal punto che l’aroma dei fiori di arancio sovrastava troppo tutti gli altri profumi.

Ecco, allora vi invito a provare anche la mia versione di pastiera napoletana e spero vi possa piacere, e se invece volete conoscere la storia di questo delizioso dolce vi rimando qui

Tempo di preparazione: 1 ore
Tempo di cottura: 50 minuti
Difficoltà: facile
Costo: medio

Dose per 2 teglie di Pastiera Napoletana diam. 24 cm circa

Per la frolla
  • 500 gr di farina
  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 1 punta di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • scorza di un’arancia bio
Per il ripieno
  • Una confezione di grano cotto (550 gr peso netto)
  • 400 gr di latte intero
  • 30 gr di burro
  • 500 gr di ricotta vaccina
  • 450 gr di zucchero
  • 8 uova intere
  • il succo di 1 arancia
  • scorza di arancia grattugiata
  • 100 gr di canditi (arancia)
  • semi di vaniglia
  • 1/2 fialetta di aroma di fiori di arancio

Preparazione della Pastiera Napoletana

Preparare la classica pasta frolla mescolando farina, lievito, zucchero e il burro ammorbidito. Aggiungere un pizzico di sale, la scorza di arancia grattugiata e lavorare a mano o con il mixer.

Incorporare un uovo alla volta e lavorare velocemente l’impasto a mano.

Farne una palla, avvolgerlo in pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo: io la preparo il giorno prima di stenderla ed il risultato è ottimo, la frolla risulta friabile e morbida ma non molle .. una bella consistenza insomma, molto piacevole da addentare!

pastiera napoletana 1

Preparare il ripieno mettendo il grano cotto in una pentola, aggiungere il latte ed il burro, portare ad ebollizione e lasciare cuocere a fuoco lento finché raggiunge una bella consistenza cremosa.

Lasciare raffreddare il composto e frullarlo, quindi aggiungere lo zucchero, la ricotta, le uova, il succo di arancia e i semi di vaniglia. Mescolare bene fino ad ottenere un composto liscio e piuttosto liquido cui si aggiungeranno anche l’essenza di fiori di arancio ed i canditi.

Stendere la frolla allo spessore di circa 4 mm e ricavarne due dischi del diametro di circa 30 cm, conservando i ritagli per la decorazione.

Foderare tue teglie con la pasta frolla e dividere il composto al loro interno.

Accendere il forno a 200° e quando è caldo infornare le due teglie. Lasciare cuocere per circa 20 minuti e quando il composto comincia a rapprendersi, estrarre le pastiere  e decorarle con i ritagli di pasta frolla.

Infornare nuovamente e portare a termine la cottura.

Lasciare raffreddare bene prima di servire, anzi se la consumate il giorno successivo e dopo averla lasciata riposare in frigo, sarà veramente ottima

Ah, dimenticavo … non fate la pastiera solo a Pasqua … è buona tutto l’anno!

pastiera napoletana

 

 

Precedente Tagliatelle di ortica con pesto di mandorle basilico e ricotta Successivo Pizza bianca Romana - il mio articolo per il Calendario del Cibo di AIFB

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.