Mini Pavlova Foresta Nera

Mini Pavlova Foresta Nera … io la avrei anche chiamata “meringatina” ma talvolta la troppa semplicità non aiuta a trasmettere i contenuto corretti.

pavlova-foresta-nera

Eh già perchè la Pavlova è una torta a base di meringa e farcita con abbondante panna e frutta, e in sostanza questo è anche la mia deliziosa e piccola tortina meringata.

Qualche albume, un po’ di zucchero, panna, riccioli di cioccolato e deliziose amarene sciroppate per un dessert golosissimo e carino da presentare!

Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di cottura: 1 ora
Difficoltà: facile 
Costo: economico

 

Ingredienti per 6 Mini Pavlova Foresta Nera

Per le meringhe
  • 6 albumi
  • 300 gr di zucchero semolato finissimo tipo Zefiro
  • 1 pizzico di sale
Per la farcitura
  • 350 gr di panna da montare
  • 4  cucchiai di zucchero
  • riccioli di cioccolato fondente
  • amarene sciroppate

pavlova-foresta-neraFB

Preparazione

Cominciate a preparare le meringhe.

Separate i tuorli dagli albumi e mettete questi ultimi nella ciotola del mixer: devono essere a temperatura ambiente.

Aggiungete un pizzico di sale e cominciate a montare gli albumi a neve con le fruste elettriche.

Quando cominciano a prendere corpo, ovvero diventano soffici e spumosi, cominciate ad aggiungere lo zucchero un poco alla volta e continuando a montare le chiare.

Le meringhe sono pronte quando si formano dei picchi di meringa molto soda e, rovesciando la ciotola, la meringa resta perfettamente ferma all’interno della stessa.

Prendete una teglia da forno bassa e larga e rivestitela con un foglio di carta forno.
Mettete la meringa nella sacca da pasticceria con la bocchetta liscia e cominciate a fare dei cerchi concentrici sulla carta forno: dovrete ottenerne 6
Creata la base tonda, ripassate i cerchi esterni creando un bordo alto un paio di cm.

Infornate le meringhe in forno ventilato caldo a 140° e fate cuocere per 60 o 70 minuti, quindi spegnete il forno e fate raffreddare le meringhe all’interno dello stesso.

pavlova-foresta-nera-2

Montate la panna a neve ferma e quando le basi di meringa si sono raffreddate usatela per riempirle.

Decorate con riccioli di cioccolato, amarene sciroppate e qualche goccia del loro sciroppo … ed il gioco è fatto, non resta che mangiarle!

Precedente Caramelle di zucca e provolone piccante Successivo Lasagne di zucca al ragù

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.