Focaccia o Fugassa, ricetta con lievito madre

La focaccia, o fugassa per dirla alla ligure, è una specie di pizza bianca, molto alta e soffice internamente con una crosticina croccante all’esterno.

focaccia

Ottima accompagnata da salumi e formaggi, oppure dalla famosa farinata ligure (qui la ricetta), è uno street food molto famoso qui in Liguria, dove viene consumata sia come pranzo o cena veloce, oppure come gustosa merenda.
E c’è anche chi ama inzupparla nel caffellatte a colazione!

Per realizzare questa focaccia ho utilizzato il lievito madre, ma ho seguito un procedimento un po’ diverso, che mi ha permesso di risparmiare almeno 4 ore di tempo. Se volete sapere come ho fatto, continuate a leggere il mio post!

Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di lievitazione: 12 ore (una notte)
Difficoltà: facile
Costo: basso

Ingredienti per una teglia di Focaccia dimensioni 33×30 cm circa

  • 150 gr di pasta madre rinfrescata, idratazione 50%
  • 250 gr di farina tipo 1
  • 250 gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 370 gr di acqua tiepida
  • 1 cucchiaio da tavola di sale
  • 2 cucchiai da tavola di olio extra vergine di oliva della Riviera Ligure  (per l’impasto)
  • olio extra vergine di oliva della Riviera Ligure e sale q.b.

focaccia-3

Preparazione

Chi è abituato a panificare con la pasta madre, sa bene che prima di procedere all’impasto bisogna rinfrescare la pasta madre ed attendere circa 4 ore che il lievito raddoppi il suo volume. Ebbene, io ho saltato questo passaggio, ed il risultato è stato quello che vedete nelle foto … non male, vero?

Una sera volevo preparare l’impasto per la focaccia da cuocere la mattina successiva e portare al mare come pranzo in spiaggia, ma era tardi e non avevo voglia di aspettare che il lievito raddoppiasse il volume, Quindi, mi sono detta, questa è l’occasione buona per fare un esperimento e panificare con la pasta madre rinfrescata al momento … o la va o la spacca!

Ebbene, devo dire che è andata … e anche molto bene-

Allora, ho rinfrescato la pasta madre, una parte l’ho messa in frigorifero nel suo contenitore ermetico, e una parte l’ho messa subito nell’impastatrice insieme allo zucchero, l’acqua e le due farine.

Ho iniziato a far lavorare la planetaria a velocità media, per circa 20 minuti, fintanto che l’impasto ha incordato.

A questo punto, ho unito il sale e l’olio ed ho fatto nuovamente incordare l’impasto.

Ho lasciato la pasta lievitare per circa 15 minuti, quindi l’ho spostata sul piano di lavoro infarinato ed ho dato il classico giro di pieghe a tre, ho pirlato l’impasto e l’ho lasciato riposare per una mezz’ora.

Ho foderato di carta forno una teglia dai bordi bassi, ho versato 5 cucchiai di olio, ho messo l’impasto e con le mani l’ho steso fino a coprire quasi tutta la superficie della teglia.

A questo punto ho messo della pellicola trasparente sull’impasto e l’ho lasciato lievitare per tutta la notte,

Alla mattina ho rimosso la pellicola, ho fatto una emulsione realizzata con mezzo bicchiere di acqua e mezzo di olio e l’ho versato sulla focaccia, ho condito con il sale ed ho utilizzato le dita per fare dei solchi nell’impasto, favorendo così anche la distribuzione dell’emulsione di acqua e olio sulla superficie della focaccia. E guardate un po’ qui sotto che cosa ho ottenuto!

focaccia-2

Ho scaldato il forno a 200°, ho infornato la focaccia ed ho abbassato la temperatura a 180° lasciando cuocere per circa 25 minuti.
E buon appetito!

focaccia-1

 

Precedente Zucchine trifolate alle erbe mediterranee, ricetta contorno Successivo Tortine alla panna e frutti di bosco, una dolce tentazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.