Beccucci per tasca da pasticciere

I beccucci per tasca da pasticciere, chiamati anche bocchette o coni, sono indispensabili per la decorazione di dolci. Si dividono in 9 grandi gruppi e la loro funzione varia a seconda della sagomatura della punta.

Possono essere utilizzati con la glassa, la crema di burro e la panna montata.

Prima regola: se tenete il beccuccio basso e inclinato otterrete una decorazione larga, mentre se lo tenete sollevato e perpendicolare la decorazione sarà a ciuffo o a monticello.

I beccucci possono essere in metallo o in plastica e di varie dimensioni.

Tipi di beccucci

  1. LISCIO:questo tipo di beccuccio ha la funzione di penna, è disponibile con il foro di varie dimensioni e serve per disegnare bordi, riempire e realizzare piccoli disegni (righe o piccoli pois) e per scrivere. 2. STELLA: ne esistono due tipi, uno aperto e uno chiuso. La stella chiusa è ideale per creare piccole stelle, conchiglie e la sommità dei gigli. Quella aperta consente di disegnare divertenti onde e riccioli e per completare le torte realizzando un bordo in rilievo.

3. FIORE: basta spremere la glassa o la panna montata ed ecco dei fiori. Il numero di aperture            sul beccuccio corrisponde al numero di petali che avrà il fiore. E’ adatto anche per creare dei              bordi sulle torte e, se di grandi dimensioni, per decorare cupcake con ciuffetti di crema di burro            o panna montata.


 

4. PETALO: perfetto per realizzare singoli petali o per creare fiori. Presenta la punta a forma di                S.

 

 

5. FOGLIA: l’apertura è a V. Per ottenere foglie sagomate bisogna spremere la glassa                          muovendo contemporaneamente la tasca da pasticciere verso di sé, fino a raggiungere la                    dimensione desiderata. Per le foglie lisce si fa scorrere lentamente il beccuccio, per quelle                   in rilievo si imprime un movimento leggermente ondulatorio.

6. INTRECCIO: questo beccuccio con apertura stretta e lunga consente di ottenere nastri, che             possono essere lisci o ondulati (se il bordo è dentellato). Si possono creare festoni, bordi e                 incrociando anche un effetto cesto.

7. NASTRO: l’apertura è sagomata a forma di sottili gocce, perfetta per creare nastri, angoli o               bordi pieghettati. Si può anche utilizzare per ricoprire torte con finitura arricciata.

8. MULTIFORI: a seconda del numero di fori si ottengono 2 o 3 righe o puntini paralleli e          regolari. Il modello con molti forellini è adatto per decorazioni con capelli o fili d’erba.

9. SPECIALI: per creare soggetti particolari, più difficili da usare.

PER LAVARLI:

subito dopo l’uso lavare con acqua calda e detersivo e sciacquare bene. Lasciarli asciugare all’aria.

Precedente Pane bianco Successivo Utensili per decori a rilievo