Crea sito

Piselli

Gramigna con piselli e moscardini

Gramigna con piselli e moscardini

Gramigna: un tipo di pasta corta che mi piace abbinare ai legumi. Qualche volta mi capita di usarla anche per la preparazione di piatti semplici ma nel contempo un po’ particolari.

Questa volta ho preparato un piatto della tradizione partenopea: I moscardini con i piselli novelli e per completare il piatto ho fatto cuocere la gramigna a mo’ di risotto, cioè facendo cuocere la pasta dentro i piselli con i moscardini aggiungendo del brodo a mano a mano che la pasta cuoceva proprio come un risotto.

Non ero proprio sicura che il piatto sarebbe stato gradito dalla mia dolce metà e da mia figlia.

Ma l’esperimento è pienamente riuscito tanto che mi affretto a scrivere e a pubblicare la ricetta sul mio blog in rifacimento, dove potrete sicuramente trovare tante altre ricette saporite e leggere come mi impone la mia salute ormai precaria.

Seguitemi dunque ai fornelli miei estimatori e… Buon Appetito!

Vi leccherete le dita vi assicuro

Occorrente

300 g di moscardini

200 g di gramigna n°59 della Garofalo

300 g di piselli novelli surgelati

½ cipolla

Sale q.b.

Peperoncino (se gradito)

1 cubetto di Brodo vegetale

Prezzemolo tritato (da aggiungere a fine cottura mescolando)

Olio EVO q.b.

Procedimento

Ho pulito bene i moscardini tagliando ad anelli le sacche e separando l’uno dall’altro i tentacoli.

In un tegame ho messo l’olio a piacere e la cipolla ben tritata, poi vi ho aggiunto i moscardini facendoli arrossare e infine i piselli novelli.

Ho fatto cuocere il tutto per 15 minuti, salando e pepando a piacere.

Intanto ho preparato del brodo vegetale che mi servirà per la cottura della pasta.

A questo punto ho preparato del brodo vegetale servendomi di un cubetto di brodo biologico.

E, al bollore, ho versato la pasta e l’ho fatta cuocere proprio come un risotto aggiungendo altro brodo all’occorrenza.

Terminata la cottura della pasta Vi ho aggiunto del prezzemolo tritato finemente e ho mescolato il tutto.
Ho servito in piatti individuali.

Totani in umido con cipolle, piselli e patate

Totani in umido con cipolle, piselli e patate

totano jpgIl totano è molto simile al calamaro ma, se fresco, ha il vantaggio di essere più tenero e saporito. Bisogna avere però l’accortezza di non farlo cuocere trappo altrimenti diventa coriaceo.

Poco tempo fa ne ho trovati di molto freschi e ad un prezzo abbordabile, perciò li ho utilizati per un vecchio piatto delle mie parti che ho preparato a modo mio.

Venite a visitare la mia Pagina su FB

Occorrente (Per 2 persone)

½ kg di totani
250 gr di cipolle
200 gr di piselli
250 gr di patate a dadoni
10 Pomodorini del piennolo a pezzetti
Olio qb
sale qb
pepe qb
vino bianco per sfumare
Procedimento
Mettete in una padella l’olio e la cipolla affettata, appena saranno appassite aggiungete i totani e fateli andare per un paio di minuti.
A questo punto sfumiamo col vino e subito dopo aggiungiamo le patate, i pomodori, le cipolle e i pisellini.
Saliamo, pepiamo e facciamo cuocere per una ventina di minuti con il coperchio e poi altri 10 minuti senza coperchio.
Controllate la cottura e servite.

Vi propongo questa ricetta in occasione della Notte bianca dei Food blog organizzata dalla comunità di Giallo Zafferano

10443089_10152220286691896_8200904553693340616_o

Gramigna Risottata con crema di parmigiano e prosciutto

Gramigna

Gramigna Risottata con crema di parmigiano e prosciutto

Questa gramigna con crema di Parmigiano e prosciutto è un primo piatto veloce e saporito da preparare in quatto e quattr’otto facendo cuocere la gramigna insieme al suo condimento come fosse un risotto.
Ingredienti per 4 persone
  • 350  g di gramigna
  • 150 g di prosciutto cotto
  • 60 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 100 g di piselli
  • 120 ml di latte
  • 1/2 Philadelphia classica
  • 5 g d’erba cipollina (2 g se secca)
  • 2 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
  • Sale e Pepe q.b.
Esecuzione

Tagliate il prosciutto cotto a dadini e fatelo rosolare con l’olio, scolando poi l’olio residuo.

Unite i piselli dopo averli sbollentati 3 minuti e aggiungete poi il latte e il Parmigiano Reggiano, cuocendo a fiamma bassa finché non sarà sciolto.

Aggiungete un pò di acqua e cuocete la gramigna come fosse un risotto aggiungendo, se occorre, altra acqua.

Alla fine mantecare con altro burro e la mezza Philadelfia e servire.

Servite con una spolverata d’erba cipollina.

Fiocchi d’Amore Vegetariani

Ho utilizzato i Fiocchi d’Amore Bio della Granoro per realizzare una pasta con le verdure molto semplice e colorata… per celebrare la Primavera che finalmente è arrivata…

Qualche settimana fa sono stata contattata dall’azienda Granoro che mi ha offerto di collaborare con il mio blog.

Conoscendo da sempre l’ottima qqualità della Pasta prodotta dal Pastificio Granoro di Corato (BA) ho accettato e dopo qualche giorno ho ricevuto un bel campionario di ottima Pasta fra cui le loro proposte Bio.

Non conoscevo questo tipo di pasta bio e così ho voluto provarla subito…

nodi d'amore 1

Occorrente

250 g  di Fiocchi d’Amore

1/2 carota

1/2  zucchina

1/4 finocchio

1/4 peperone

2 cucchiai piselli

1/2 costa di sedano

1/2 cipolla

2/3 pomodorini ciliegia

1 spicchio aglio

2  cucchiai di olio EVO

sale q.b.

formaggio grattugiato

Preparazione

Lavare le verdure e tagliarle a julienne tenendole separate. In una padella antiaderente mettete 2 cucchiai di olio e versarvi le verdure, cominciando da quelle a cottura più lunga. Aggiungere un pò d’acqua per non farle attaccare.

Non fatele cuocere a lungo lasciandole un po’ croccanti.

Lessare la pasta al dente e fare terminare la cottura in padella con il sugo alle verdure.

Impiattare e servire accompagnandole a piacere con parmigiano grattugiato.

 

 

Risotto con Seppie e Piselli alla romana

Risotto con seppie1 Ingredienti

Preparazione

Pulire e tagliare a fette le seppie. Tritare la cipolla e metterla in un tegame. Farla imbiondire, poi aggiungere le seppie e, dopo un po’, mezzo bicchiere di vinchef. Far sfumare e aggiungere i pisellini surgelati Findus. Alla fine, aggiungere il triplo concentrato di pomodoro e un po’ di prezzemolo tritato.

Lasciare cuocere le seppie per circa mezz’ora, poi versare il riso e procedere come per un normale risotto, aggiungendo brodo vegetale caldo.

Versare nei piatti e terminare con una spolverata abbondante di prezzemolo tritato. Servire e… buon appetito!!!

risotto con seppie2