Crea sito

Pizza che lievita in frigo senza impasto

La pizza che lievita in frigo è una ricetta base favolosa! Se volete una pizza sofficissima, gustosa, che non sa di lievito e come quella della pizzeria, questa è la ricetta che fa per voi. La lunga lievitazione in frigorifero ed il pochissimo lievito usato fanno di questo impasto base uno dei migliori che possiate preparare, è leggero e bolloso, in più si fa in 5 minuti e senza fare pieghe, senza usare impastatrici o altri macchinari, vi basta un semplice cucchiaio e non vi sporcate neanche le mani 😀

Ecco gli ingredienti che vi serviranno, queste sono le dosi per 8 pizze da circa 200 g ciascuna (o due teglie da forno)
1 kg di farina 0

700 g di acqua
15 g di olio extra vergine di oliva
15 g di miele
15 g di sale
2 g di lievito di birra a cubetto

Procedimento:
● La pizza che lievita in frigo senza impasto è facilissima e veloce da fare, come prima cosa fate intiepidire l’acqua a bagnomaria o al microonde e scioglietevi il lievito. Unite il miele, l’olio e mescolate. L’aggiunta del miele al posto dello zucchero, farà lievitare ancora meglio la pizza e la renderà molto più soffice.

● Mettete la farina setacciata all’interno di una ciotola e versate a poco a poco gli ingredienti liquidi, mescolate con un cucchiaio di legno per far amalgamare per bene il tutto. Aggiungete il sale come ultimo ingrediente e mescolate nuovamente.

● Oleate un’altra ciotola ben capiente e mettete al suo interno l’impasto appena preparato. Coprite con della pellicola trasparente e mettete in frigorifero, la pizza che lievita in frigo dovrà lievitare per 24 ore.

● Trascorso il tempo di lievitazione, tirate fuori dal frigo l’impasto e fatelo lievitare a temperatura ambiente per 2-3 ore. L’impasto della pizza che lievita in frigo è pronta per essere utilizzata, potete dividere l’impasto in 8 parti uguali se volete fare 8 pizze da circa 200 g ciascuna oppure a metà se preferite farla in teglia.

● Stendete l’impasto ungendovi prima le mani con un pochino di olio. Condite la pizza con gli ingredienti che preferite ma non mettete la mozzarella. Infornate la pizza in forno preriscaldato a 250 gradi per 25 minuti. Non appena sarà ben dorata, aggiungete il formaggio e lasciatelo sciogliere per bene, dopodiché sfornate la pizza con poco lievito senza impasto e ultimatela con un filo di olio extra vergine di oliva e con una bella spolverata di origano.

Ecco le mie pizze, chiedo scusa se la forma non è perfetta ma le ho fatte di corsa, eravamo affamati, non vedevamo l’ora di mangiarle, erano divineeeeeeeeeee!
Ps: vi svelo due segreti: per ottenere una pizza ancora più soffice, potete preparare l’impasto della pizza con poco lievito utilizzando metà dose di acqua e metà dose di latte. Per una pizza come quella della pizzeria, dopo aver aggiunto il formaggio, spostate la teglia con la pizza con poco lievito al livello più alto del forno e impostate la funzione grill, lasciate cuocere per un paio di minuti e poi la pizza con poco lievito senza impasto sarà pronta da gustare!

Spero che questa ricetta sia stata di vostro gradimento, se vi va seguitemi anche su Facebook su CucinafacileconElena per rimanere sempre aggiornati <3

32 Risposte a “Pizza che lievita in frigo senza impasto”

  1. Cara Elena, il testo parte con “non vi sporcate neanche le mani” e poi scrivi “stendete l’impasto ungendovi un pochino le mani con olio”. Mi sembra una contraddizione…

  2. Ciao Elena,vorrei provare questa ricetta.Ma se dovessi sostituire il lievito con quello madre in polvere,quanto ne dovrei utilizzare?grazie mille.Mimma

  3. si può usarne solo una parte tirandola fuori dal frigo per la seconda lievitazione, e lasciare il resto in frigo? Se si, per quanto tempo si mantiene?

  4. La pizza è piaciuta a tutti! Leggera e digeribile. Grazie! Io ho seguito in tutto e per tutto la tua ricetta salvo che per il lievito che mi son scappati 5 grammi anziché 2. Ho diviso L impasto in quattro per 4 infornate. Me la sarei aspettata più alta ogni pizza, tipo focaccia invece son venute proprio tipo pizzeria. È normale? Grazie per la risposta!

  5. Buongiorno, è normale che l’impasto sia colloso? e che dopo 14 ore di frigo abbia levitato pochissimo? grazie

  6. Ho eseguito alla lettera tutti i passaggi ed è stato un successo.Ho dimezzato le dosi,ma risulta ancora abbondante, come posso regolarmi se volessi provare con 300 / 400 gr di farina.in realtà avrei bisogno delle dosi per 2 persone.Grazie.

    1. Ciao Stefania, grazie mille 😀 Puoi fare un terzo di dose, però avresti problemi nel dosare il lievito. Fai dose intera e congela i panetti che rimangono, una volta scongelati tornano come appena fatti 🙂

  7. Ciao!vorrei provare la tua ricetta facendo le tue dosi su due o tre teglie e vorrei cuocerle in contemporanea nel forno. È possibile? Devo mettere la modalità forno ventilato?e a quale temperatura?per la farina 0 deve essere di forza specifica per panificazione o va bene una qualunque?ciao e grazie
    Elisabetta

    1. Ciao Elisabetta! Non ti consiglio di cuocere le pizze contemporaneamente, non lieviterebbero bene. Cuocine una teglia per volta alla massima temperatura, forno statico. Va bene qualsiasi tipo di farina 0, comunque più è forte, meglio è, l’impasto verrà più soffice ed alveolato 🙂

  8. Ciao Elena, se uso il lievito di birra in bustina, quanto ne devo mettere? Non vedo l’ora di sperimentare la ricetta!!!!

    1. Ciao Francy, mi spiace ma il lievito di birra liofilizzato non va bene per questa ricetta, ne servirebbe una quantità talmente bassa che non si riuscirebbe neanche a pesare bene e l’impasto potrebbe non lievitare bene.

  9. ciao! voglio proprio provare la tua ricetta. una domanda di solito faccio molta fatica a stendere l’impasto della pizza che continua a “ritirarsi”. Questa com’è da stendere?

  10. Ciao Elena, proverò questa ricetta quanto prima. È un problema se l’impasto rimane in frigo oltre 24 ore (diciamo 36/48)? Cosa consigli per raggiungere la massima bollositá?

    Grazie mille!
    Maurizio

    1. Ciao Maurizio, se vuoi far lievitare l’impasto per più di 24 ore devi utilizzare delle farine forti che supportano una lunga lievitazione, scegline una con W sopra i 330. Per ottenere delle belle bolle, oltre ad utilizzare una buona farina, puoi fare un giro di pieghe per permettere all’impasto di incamerare più aria (maggiori info qui https://blog.giallozafferano.it/cucinafacileconelena/focaccia-alle-zucchine/). Grazie a te 🙂

  11. Ciao Elena….se volessi utilizzare il lievito madre per questa ricetta quanto dovrei usarne?Il procedimento sarebbe lo stesso… grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy past blocker is powered by http://jaspreetchahal.org