Crea sito

Pizzette Napoli con gelatinizzazione a caldo

Le pizzette Napoli sono preparate con impasto di gelatinizzazione a caldo, con questa procedura otterrete pizze e pane leggerissimi.

Si tratta semplicemente di “cuocere” una parte di acqua che appena raggiunge l’ebollizione si aggiunge ad una quantità di farina, si impasta fino all’ assorbimento e si lascia raffreddare.

Ingredienti per la gelatinizzazione :

  • 200 g di farina 0
  • 200 ml di acqua

 

Ingredienti per l’ impasto successivo:

 

  • 400 g di farina W350
  • 200 ml di acqua
  • 3 g di lievito
  • un cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di olio evo
  • un cucchiaino e mezzo di sale

Per farcire:

  • 400 ml pomodori pelati
  • basilico
  • olio evo
  • mozzarella
  • sale

Procedimento:

 

Iniziamo a mettete 200 ml di acqua in un pentolino, appena inizia a bollire spegnete il fornello.

Mettete in un contenitore 200 g di farina 0, mettete all’ interno l’ acqua che avete appena bollito e con un cucchiaio mescolate fino a che l’ acqua avrà assorbito tutta la farina.

Coprite il contenitore con una pellicola e lasciate raffreddare, ci vorrà circa un’ ora.

Iniziate a preparare l’ impasto, io ho utilizzato una planetaria, ma si può fare anche a mano.

Potete iniziare ad impastare verso le 20.00.

Mettete la farina (400 g w 350 ), lo zucchero, l’ olio, aggiungete il lievito sciolto e un pochino d’ acqua.

Ho azionato la planetaria inizialmente con la foglia (apposito gancio della planetaria), piano piano ho aggiunto a pezzetti la farina ormai raffreddata che avevo preparato nel primo impasto, lavorare per circa 5 minuti.

Togliete la foglia dalla planetari e mettete il gancio classico, aggiungete il sale all’ impasto e l’ acqua restante, impastate per almeno 15 minuti.

Svuotate l’ impasto in una spianatoia e lavoratelo anche con le pani dandole la forma di una palla, mettete a lievitare tutta la notte in frigo.

Togliete l’ impasto dal frigo un’ ora prima per farlo arrivare a temperatura ambiente.

Formate delle palline, che dovranno lievitare ancora per circa 2 ore, mettetele distanziate una dall’ altra coperte con un panno.

Trascorso il tempo cominciare a formare le pizzette, con la punta delle dita schiacciate nella parte centrale, lasciando i bordi del cerchio più spessi conditela con i pomodori pelati (schiacciati), olio, sale e mozzarella.

Io ho cotto le pizzette in un forno per pizza con pietra refrattaria per circa 10 minuti.

Se non avete questo tipo di forno, potete cuocerle in un forno tradizionale a 230° per circa 15 minuti, e mettere il grill negli ultimo secondi di cottura sino a doratura del cornicione.