Crea sito

Fatti fritti e bomboloni

Fritti e bombe con nome

Questa ricetta va bene sia per fatti fritti che bomboloni

1 kg di farina (di cui 700 gr 00 e 300 farina forte tipo manitoba)
100 gr di strutto
4 uova intere medie
500 gr di liquidi (di cui metà in succo d’arancia e il resto latte)
10 gr di lievito di birra (300/400 gr di lievito madre)
Se non avete il lievito madre potete farli con il lievito di birra ce ne vogliono 50 gr e le ore di lievitazione diminuiscono ci vogliono circa tre ore e mezzo di lievitazione in tutto…ovviamente cambia tutto il procedimento se avete il lievito madre.
50 gr di zucchero
la scorza grattugiata di 2 o 3 arance
un poco di scorza di limone

il solito pizzico di sale
un bicchierino di vernaccia (o quello che credete o avete)
olio per friggere
e tanto zucchero semolato per “impanare” le ciambelline

Io ho usato la planetaria, ma anche le fruste elettriche vanno bene.Frullare le uova con lo zucchero, unire il lievito di birra sciolto in pochissimo latte (io ho aggiunto il lievito madre a pezzetti), la farina setacciata a poco a poco intervallandola col succo di arancia ed il latte (attenzione , non aggiungere tutto il latte fino a che non avrete esaurito anche gli altri ingredienti, altrimenti l’impasto verrà troppo liquido) Aggiungere ora il sale, incorporate lo strutto precedentemente ammorbidito, il bicchierino di liquore, le scorze grattugiate dell’arancia e del limone, e solo a questo punto, se necessario aggiungere il restante latte.
L’impasto dovrà risultare molto morbido, quasi liquido, ma deve essere tale da essere modellato con le mani, sebbene risulterà appiccicoa questo punto l’impasto deve lievitare, ben coperto fino al raddoppio; i tempi dipendono dalla quantità del lievito e dalla temperatura dell’ambiente. Deve comunque raddoppiare. Io, avendo usato lievito madre le ho lasciate una nottata e mezza giornata,Una volta che l’impasto è lievitato se ne deve prelevare con un cucchiaio inumidito una piccola quantità , fare una pallina aiutandosi con un velo di farina e bucandola al centro. Disporre le varie ciambelline ottenute su un piano infarinato, distanziate fra di loro, coprirle con un panno, e lasciarle lievitare ancora fino a raddoppio. Se fatte col lievito di birra basterà un’oretta, altrimenti ci vorranno ancora due o tre ore circa.Finalmente lievitate le ciambelline si può procedere alla loro frittura .Dopo di che girarle e rigirarle in abbondantissimo zucchero semolato e servire

Scaldare l’olio di semi (io uso quello d’arachide) in una padella, aromatizzandolo con della scorza d’arancia e tenere una fiamma moderata per evitare di bruciarle troppo all’esterno; aiutarsi per girarle con un mestolo di legno per non far chiudere il foro centrale, rigirarle e scolarle su carta assorbente.
Fritti con nom