Risotto “Aria di primavera”: Sedano ,Caprino e Fave

Non ho mai avuto un rapporto idilliaco con le fave.
Questi legumi verdi, belli e salutari li apprezzavo solo nelle favolose zuppe che preparava mia madre con il raccolto del suo orto.
L’orto era curato, le piantine di fave, piselli, carciofi erano tutte ben allineate e mostravano con fierezza i loro frutti, le farfalle variopinte svolazzavano libere e felici da una pianta all’altra sotto il cielo luminoso.
“Coltiva con amore e la natura saprà come ripagarti”: questo era l’esempio di mia madre e, considerando il notevole bottino che portava a tavola ogni giorno, non posso che darle ragione!
Le sue zuppe primaverili erano favolose, avevano una particolare freschezza e un sapore inconfondibile.
Come si suol dire, dall’orto alla tavola, ed io apprezzavo notevolmente quei sapori così intensi e penetranti, tanto da conservarne ancora oggi il ricordo.
Ecco perchè, appena scorgo i baccelli di fave da qualche parte, ne sono fortemente attratta…mi riportano ai miei ricordi di infanzia.

Risotto “Aria di primavera”: Sedano ,Caprino e Fave

Ingredienti:

300 g di Riso Carnaroli
1/2 Bicchiere di vino bianco
1 Scalogno
1 Gambo di Sedano
100 g di Fave sgusciate
Brodo vegetale
70 g di Formaggio Caprino
Olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe

Procedimento:

Privare le fave della pellicina e farle cuocere con un filo d’olio e un trito di scalogno.
In un’altra pentola tostare il riso con un filo d’olio, unire il gambo di sedano tritato finemente e sfumarlo con il vino bianco,
Appena evaporato il vino, aggiungere gradualmente del brodo vegetale e portare a cottura.
Spegnere il fuoco , unire il caprino, mantecare con un filo d’olio.
Impiattare, decorare il piatto con le fave cotte in precedenza e concludere con una spolverata di pepe.
Buon Appetito!

Precedente PLUMCAKE AI CEREALI CON GLASSA AI MIRTILLI ROSSI ^__^ Successivo Crostata Cannolo ^ ___ ^