Reine de Saba di Julia Child

La Reine de Saba di Julia Child
Cucinare non è solo cucinare!
Il bello è curare e scrivere un blog di cucina, scoprire ricette nuove, personaggi mitici che ci hanno preceduto e fatto sognare con le loro invenzioni, come la famosissima Julia Child… autrice di famosissimi libri di cucina, da cui sono state tratte migliaia di ricette …
Inutile dire che la simpatia e la vivacità di questo personaggio hanno catturato alla grande la mia innata curiosità.
Stamattina vi mostro una sua torta, assai conosciuta e nota a tutti: la “Reine de Saba” o “Regina di Saba”!
Mi fermo qui e, senza indugi, faccio spazio a questo magnifico dolce al cioccolato e farina di mandorle, dalla golosa glassa al cioccolato fondente e scaglie di mandorle 😛
Buon lunedì a tutti!
Reine De Saba di Julia Child ^__^
INGREDIENTI
Per la base:
120 g di Cioccolato fondente
40 ml di Caffè
120 g di Burro morbido
180 g di Zucchero
3 Uova
1 Pizzico di Sale
100 g di Farina di Mandorle
120 g di Farina 00
Per la glassa:
70 g di Cioccolato fondente
40 ml di Caffè
80 g di Burro
40 g di Mandorle a scaglie
PROCEDIMENTO PER : REINE DE SABA DI JULIA CHILD
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, aggiungere il caffè, mescolare e tenere da parte.
Lavorare il burro con lo zucchero sino ad ottenere una crema morbida.
Aggiungere i tuorli, uno alla volta, unire il cioccolato e la farina di mandorle.
Montare gli albumi con un pizzico di sale ed incorporarli delicatamente assieme alla farina setacciata.
Amalgamare il tutto con una spatola e versare il composto in una tortiera imburrata.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti.
Fare la prova stecchino per verificarne la cottura.
Per la glassa: far sciogliere il cioccolato con il caffè.
Toglierlo dal fuoco, unirvi il burro, mescolare, lasciare intiepidire e distribuire con una spatola la glassa sulla superficie della torta.
Decorare il bordo della torta con le scaglie di mandorle.
PS :Se vi piace il gusto del cacao amaro, potete spolverizzarla e rendere ancora più intenso il gusto!
Precedente Mezze Maniche agli Asparagi Successivo Carnaroli al pomodoro, melanzane e scamorza sannita