Il pan di spagna di I. Massari

Ogni promessa è debito! E siccome nel post sul pan di spagna di Montersino, in cui è previsto l’uso del termometro vi avevo accennato ad un’altra versione che non lo prevede, eccomi qua.
Anche in questo caso le uova vanno lavorate mooolto a lungo anche per 20′ perché è questa lavorazione che fa si che il pan di pagna sia soffice e alto; se però le uova le tirate fuori dal frigo anche un’ora prima forse 5 minuti di lavorazione ve li risparmiate. Vabbè ma le cose buone l’abbiamo già detto altre volte, richiedono cura! Del resto stiamo parlando del re indiscusso della pasticceria: Iginio Massari, per cui non si discute!!
Scherzi a parte, basta un po’ di pazienza, ma che risultato anche qui!!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Il pan di spagna di I. Massari:
  • 150 gzucchero
  • 100 gfarina 00
  • 50 gfecola di patate
  • 5uova (circa 250 g)
  • vaniglia
  • scorza di limone (grattugiata)

Strumenti

  • Tortiera da 24 cm di diametro
  • Planetaria oppure Frusta elettrica

Preparazione del pan di spagna

  1. – Preriscaldare il forno a 180°C (la tortiera deve essere infornata non appena è tutto pronto)

  2.  Montare le uova con lo zucchero per circa 20′; a metà della montata potete aggiungere gli aromi. Alla fine il composto dovrà risultare quasi bianco ed essere triplicato di volume.

  3. – Setacciare le polveri, due volte e aggiungerle a più riprese al composto montato, sempre con movimenti delicati dal basso verso l’alto.

  4. – Imburrare ed infarinare lo stampo, versare il composto e infornare, mettendo tra l’apertura e lo sportello del forno una piccola  pallina di stagnola; in questo modo il pds crescerà senza umidità. (consiglio del maestro) Tempo di cottura circa 20′

/ 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Il pan di spagna di I. Massari”

  1. Ciao Sabrina!!!Ma che bello questo trattato sul pan di spagna!!E' proprio vero che non si finisce ami di imparare eh???Quella della pallina di stagnola per farlo cuocere senza umidità poi…, proprio non la sapevo!!!Grazie per aver condiviso questo tuo sapere appreso dal grande Maestro e…, sai che ti dico???Una fetta di pan di spagna ora la puccerei in una fumante tazza di caffè!!Mmmmmmmmhhhhh che voglia che m'è venuta!!Ti auguro un felice week end mai cara, da trascorrere insieme alle persone che più ami!A presto! :)))))))))))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.