Crea sito

Tiramisù ai tre cioccolati

Tiramisù ai tre cioccolatiEccoci all’appuntamento mensile numero 61 dell’MTC, queste pazze sfide in cui non si vince nulla se non il piacere di partecipare e di rimanere puntualmente a bocca aperta gustando con la mente e con gli occhi gli splendidi, inaspettati, geniali capolavori che questo gruppo di folli food blogger, di cui io faccio indegnamente parte, di volta in volta regala ai cultori della buona tavola.
L’oggetto della sfida, proposto da Susy May del blog Coscina di Pollo, è il Tiramisù ma non un qualsiasi tiramisù, sarebbe troppo semplice… Questo specifico tiramisù, dolce voluttuoso per eccellenza, deve essere anche sexy o meglio, deve ispirarsi ad un film o una icona sexy del cinema.
Per la scelta della mia proposta non sono partito direttamente da un film o un attore ma da un ingrediente e seguendo questo percorso mentale la decisione è stata relativamente semplice perché ho sempre pensato che tra tutti, ci fosse un alimento particolarmente lascivo, provocante, oserei dire erotico: il cioccolato!
Fondente, al latte, bianco, contaminato da nocciole, mandorle, uvetta, pistacchi e proposto in altre millemila declinazioni il cioccolato per me è sempre stato il cibo sensuale per eccellenza. I maya lo chiamavano “kakaw uhanal” ovvero “cibo degli Dei” e lo consideravano così prezioso da utilizzarlo anche come moneta di scambio riservandone il consumo solo per le classi agiate.
Nella filmografia mondiale c’è una pellicola che secondo me rappresenta meglio di ogni altra la sensualità del cioccolato, un film del duemila che vede come protagonisti una splendida Juliette Binoche e un’affascinante Johnny Depp: Chocolat.

mubjxju43hhy5bhnphztxsmik40Mi sono quindi ispirato a questa deliziosa ed intrigante storia per creare il mio tiramisù ai tre cioccolati, una sinfonia di sentori golosi e sensuali che vuole celebrare questo leccornia goduriosa e passionale.
È chiaro che per la preparazione di un dessert che ha aspirazioni tanto ambiziose non ci si può affidare a un cioccolato qualsiasi. Questo mi ha portato a ponderare attentamente le mie scelte e dopo diverse e accurate ricerche mi sono affidato per il cioccolato al latte a Domori, l’unico marchio italiano che in una recente classifica è risultato tra i primi dieci nel mondo per qualità e che ha lanciato una linea con il latte gourmet. Tra le varie proposte ho scelto quella con il latte di cammella e il 45% di cacao criollo, tra i più rari e pregiati. Il cioccolato fondente all’85% invece è della Venchi e specificatamente l‘Equador bio prodotto con cacao Fino Aromatico – Criollo Blanco e Nacional Amendolado senza aggiunta di lecitina di soia e vaniglia. Per ultimo, il cioccolato bianco è della belga Callebaut, azienda che utilizza un particolare metodo di tostatura delle fave di cacao direttamente all’interno dello stesso guscio e che aggiunge alla sua cioccolata bianca esclusivamente vaniglia naturale. Per la bagna ho utilizzato il rum panamense Abuelo Riserva invecchiato 12 anni, un perfetto accompagnamento alle note aromatiche e complesse di questo straordinario blend di cioccolati.

Tiramisù ai tre cioccolati

Ingredienti per sei persone:
12 savoiardi
Per la crema:
500 g di mascarpone
6 uova
120 g di zucchero
60 g di cioccolato al latte (io cioccolato al latte di cammella Domori)
60 g di cioccolato fondente (io cioccolato fondente al 70% Equador Bio – Venchi)
Per la guarnizione:
Gocce di cioccolato bianco qb (io cioccolato bianco Callebaut)
Nocciole tritate qb
Per la bagna:
80 g di acqua
50 g di zucchero
50 g di Rum (io rum Abuelo Riserva)

Preparazione:
Dividere i tuorli delle sei uova dagli albumi quindi versare tre tuorli ciascuno in due contenitori e tutti gli albumi in un altro

Montare a neve ferma gli albumi

Prendere una delle due ciotole, unire ai tre tuorli 60 g di zucchero e con una frusta elettrica montare sino a quando il composto non si schiarisce divenendo spumoso

Sciogliere il cioccolato al latte con il microonde o a bagnomaria, farlo intiepidire e aggiungerlo al composto di tuorli e zucchero amalgamando con lo sbattitore elettrico per due minuti

Aggiungere 250 g di mascarpone e continuare a lavorare il composto con la frusta elettrica fino ad ottenere una crema liscia e setosa

A questo punto incorporare la metà degli albumi montati a neve mescolando delicatamente con un cucchiaio o una spatola dal basso verso l’alto

Ripetere l’identico procedimento utilizzando gli altri tre tuorli, gli albumi montati a neve, il mascarpone e lo zucchero rimanenti e il cioccolato fondente

Una volta ottenute le due creme, al latte e fondente, disporre i contenitori in frigo e preparare la bagna: in un pentolino scaldare l’acqua con lo zucchero sin quando questo non si scioglie completamente quindi far intiepidire e aggiungere il rum

Montare ora i tiramisù ai tre cioccolati: tagliare tutti i savoiardi a metà, passarli nella bagna e disporne due pezzi in ognuno di sei bicchieri

Coprire i savoiardi con la crema di mascarpone al cioccolato fondente, aggiungere altri due pezzi di savoiardi per bicchiere e ricoprire il tutto con la crema di mascarpone al cioccolato al latte

Decorare con le gocce di cioccolato bianco, la granella di nocciole e disporre i bicchieri di tiramisù ai tre cioccolati nel frigorifero prelevandoli un quarto d’ora prima di servirli

Tiramisù ai tre cioccolati


Scopri tutte le mie ricette cliccando qui e seguimi anche su facebook

Lascia il tuo commento nello spazio apposito qui sotto


banner_sfida61a-300x143