Pollo fritto Oriental Style

pollo fritto oriental style

Ed eccoci alla sfida n° 63 di MTCHALLENGE proposta da Silvia Zanetti, meritata vincitrice del mese scorso nella mitica sfida a colpi di macarons.
Questo mese è invece di scena il pollo fritto, pietanza che subito ci fa pensare agli Stati Uniti dove da tempo è divenuta una sorta di monumento nazionale. La cosa bella dell’MTC è che ad ogni sfida si impara sempre qualcosa di nuovo anche quando si deve preparare una pietanza tutto sommato basica come il pollo fritto. Come fare una buona frittura, quale miglior panatura, come poter creare una ricetta originale anche quando gli “spazi di manovra” sembrerebbero molto limitati. Ad ogni appuntamento si rinnova questa sorta di magia che ti fa entrare “dentro” il piatto scoprendone segreti, curiosità, tecniche.
Io ho voluto proporre il pollo fritto oriental style contaminando questa semplice e gustosa ricetta con ricchi e peculiari sentori orientali dati dalla commistione di diverse spezie aggiunte al latticello della marinatura.
Inoltre la paprika nella panatura e la farina di mais hanno ulteriormente arricchito questa proposta donandogli maggior croccantezza e una briosa punta piccante.
Per accompagnare il pollo fritto oriental styile e quello tradizionale ho preparato una crema di melanzane e peperoni prendendo spunto (ma solo spunto eh…) dalla Babaganoush, salsa alle melanzane, tipica della cucina mediorientale. Per ultimo, come contorno, degli ottimi e semplici peperoni grigliati conditi alla maniera calabrese.

Pollo fritto Oriental Style

Ingredienti:

Per il latticello
250 g di latte parzialmente scremato
250 g di yogurt bianco magro
10 ml di succo di limone
20 g di zenzero fresco
3 pz di anice stellato
2 bacche di cardamomo
2 cucchiai di curry
Una cipolla piccola
Uno spicchio d’aglio
Un rametto di rosmarino
Qualche foglia di alloro

Per il pollo
5 coscette di pollo
1,5 l di olio di semi di mais
100 g di farina 00
50 g di farina di mais
150 g di pangrattato
2 cucchiai di paprika
1 uovo
Sale qb

Preparazione:
Preparare il latticello “home made”: in una ciotola versare il latte, lo yogurt e il succo di limone, amalgamare e lasciar riposare per quindici minuti circa

Passato il tempo aggiungere i semi di cardamomo, l’anice stellato, lo zenzero grattugiato, il curry, lo spicchio d’aglio pelato, la cipolla tagliata a quarti, le foglie d’alloro e il rametto di rosmarino

Lasciare in “infusione” per un’ora nel frigorifero coprendo la ciotola con la pellicola trasparente

Togliere la ciotola dal frigo, disporre le coscette di pollo in modo che vengano coperte dal liquido, ricoprire con la pellicola trasparente e rimettere il contenitore nel frigorifero lasciando il pollo a marinare per dodici ore circa

Prelevare le coscette, disporle in una gratella a sgocciolare per una mezz’ora buona e nel frattempo preparare tre ciotole: in una versare la farina, la paprika e il sale, in un altra il pangrattato con la farina di mais e nella terza l’uovo sbattuto. Panare il pollo nella farina con la paprika, passarlo nell’uovo quindi panarlo un’altra volta nel pangrattato con la farina di mais

I due tipi di pollo panati prima della frittura

In una padella dai bordi alti versare l’olio, portarlo a temperatura (per capire quando è abbastanza caldo mettere un pezzo di pane vecchio: appena questo inizia a “soffriggere” e a dorarsi l’olio è a temperatura) e iniziare a friggere le coscette di pollo immergendone due, tre per volta per otto/dieci minuti

Disporre le coscette pronte di pollo fritto oriental style in un piatto foderato con carta da cucina in modo che venga assorbito l’olio in eccesso e tenerle al caldo in forno a 100 gradi fino al momento di servirle


Pollo fritto tradizionale

Ingredienti:

Per il latticello
250 g di latte parzialmente scremato
250 g di yogurt bianco magro
10 ml di succo di limone

Per il pollo
5 coscette di pollo
1,5 l di olio di semi di mais
150 g di farina 00
Pepe nero qb
Sale qb

Preparazione:
Preparare il latticello “home made”: in una ciotola versare il latte, lo yogurt e il succo di limone, amalgamare e lasciar riposare per quindici minuti circa

Passato il tempo disporre nella ciotola le coscette di pollo in modo che vengano coperte dal liquido, coprire con la pellicola trasparente e mettere il contenitore nel frigorifero lasciando il pollo a marinare per dodici ore circa

Prelevare le coscette e disporle in una gratella a sgocciolare per una mezz’ora buona quindi panarle nella farina a cui saranno stati aggiunti il sale e il pepe nero macinato

In una padella dai bordi alti versare l’olio, portarlo a temperatura (per capire quando è abbastanza caldo mettere un pezzo di pane vecchio, appena questo inizia a “soffriggere” e a dorarsi l’olio è a temperatura) e iniziare a friggere le coscette di pollo immergendone due, tre per volta per sei/otto minuti

Interno del pollo dopo la frittura

Disporre le coscette pronte in un piatto foderato con carta da cucina in modo che venga assorbito l’olio in eccesso e tenerle al caldo in forno a 100 gradi fino al momento di servirle


Crema di melanzane e peperoni alla paprika

Ingredienti:
2 melanzane medie
Un peperone
Una manciata di capperi dissalati
Uno spicchio d’aglio
Una decina di foglie di menta
2 cucchiai di paprika
Un cucchiaio di tahina (crema di sesamo)
Qualche goccia di succo di limone
Sale qb
Olio extravergine

Preparazione:
Tagliare le melanzane a fette spesse (2/3 cm) spennellarle con olio extravergine, salarle e disporle in una teglia foderata di carta da forno

Sciacquare il peperone e adagiarlo nella stessa teglia accanto le fette di melanzane

Infornare a 180 gradi per una quarantina di minuti quindi prelevare melanzane e peperone e lasciare intiepidire

Sbucciare le melanzane, spellare il peperone, e disporli in un recipiente tagliati a pezzi insieme ai capperi dissalati, l’aglio, la menta, la paprika, la tahina (sotto è descritto come prepararla in casa), il succo di limone, un filo d’olio e una presa di sale

Ridurre tutto ad una crema molto morbida e omogenea con il frullatore a immersione

Conservare la crema in frigo coprendola con della pellicola trasparente avendo cura di lasciarla stemperare a temperatura ambiente mezz’ora prima di servirla


Peperoni arrostiti

Ingredienti:
4 peperoni medi gialli e rossi
2 spicchi d’aglio
Una manciata abbondante di capperi dissalati
Una decina di filetti di alici sott’olio
Basilico qb
Sale qb
Olio extravergine

Preparazione:
Prendere i peperoni e disporli interi in una leccarda foderata con carta da forno

Posizionare la leccarda in forno a 200 gradi per 15/20 minuti fin quando la buccia del peperone non si abbrustolisce e si gonfia

Mettere i peperoni a raffreddare chiudendoli in un sacchetto per il forno o in una busta di carta

Una volta raffreddati spellarli (la pelle verrà via facilmente) e tagliarli a listarelle formando una sorta di “tagliatelle” di peperone

In un recipiente mettere l’olio, gli spicchi d’aglio tritati, i capperi, i filetti di alici tagliati a piccoli tocchetti e il basilico spezzettato grossolanamente

Aggiungere le listarelle di peperone, regolare di sale e amalgamare delicatamente in modo che prendano bene il condimento

Mettere il recipiente nel frigorifero prelevandolo una ventina di minuti prima di servire


Tahina (crema di sesamo)

Ingredienti:
100 g di semi di sesamo
Sale qb
Olio di sesamo qb (in alternativa olio extravergine di oliva)

Preparazione:
Tostare in un padellino antiaderente i semi di sesamo per un paio di minuti

Farli intiepidire e versarli in un recipiente insieme a un pizzico di sale e un cucchiaio d’olio

Ridurli a una crema densa e “burrosa” con il frullatore ad immersione aggiungendo durante l’operazione altro olio se necessario

Conservare la thaina in frigorifero coperta con un goccio d’olio. La thaina è utilizzata come condimento per diverse ricette di origine perlopiù araba ma è buonissima anche semplicemente spalmata in una fetta di pane

http://www.mtchallenge.it/wp-content/uploads/2017/02/banner_sfidadelmese_n63-768x367.jpg

Precedente Pasta con le sarde e finocchietto fujuto Successivo Zuppa di fagioli bianchi, radicchio e noci