Carbonara di terra e di mare eretica e alcolica

Con la Cucina Alcolica proposta da Giulia, il nuovo anno inizia col botto per la sfida più bella e interessante del web. Eccoci quindi alle prese con la sfida numero 69 del MTC, la cucina alcolica, appunto. Un tema a prima vista facile ma che si è dimostrato più ostico del previsto. Prendere un cocktail e declinarlo in una ricetta non si è rivelata cosa semplice, tanto più che sin dall’inizio ho voluto preparare un primo con la pasta piuttosto che un secondo o un dolce che, sicuramente, mi avrebbero reso la vita più semplice. Ecco quindi la carbonara di terra e di mare eretica e alcolica che, chiariamoci, di carbonara ha solo il nome, utilizzato per comodità dato che il legante, così come per il tradizionale e famoso piatto, è l’uovo. Le similitudini però, tolta la presenza della pancetta, si fermano qui dato che il procedimento e gli ingredienti divergono alquanto dalla ricetta originale (anche se, in effetti, non esiste una codificazione ufficiale). L’idea prende spunto da un cocktail che non conoscevo: il Golden Shot (qui trovate la ricetta). Realizzato con soli tre ingredienti, whisky, tuorlo d’uovo e succo di arancia con la scorza di arancia a guarnire, il golden shot mi è sembrato un ottima base su cui costruire il mio piatto. L’idea della “carbonara“ quindi è stata la naturale conseguenza del ragionamento che ho seguito per destrutturare il cocktail ed inserirne gli ingredienti nella ricetta, solo che, avendo la punta acida del whisky abbinata ai sentori dolci e profumati dell’arancio, non mi sono voluto fermare all’ovvia presenza della pancetta che con la sua decisa sapidità accompagna perfettamente il sapore “tosto” e torbato del Lagavulin, il whisky che ho utilizzato, ma ho abbinato anche dei gamberetti di nassa che, con la loro delicatezza, hanno un’ideale completamento nella marinatura col succo d’arancia. Un azzardo onestamente, un piatto che avrebbe potuto essere un clamoroso fallimento ma che invece si è rivelato… buonissimo! Interessante nei contrasti e nell’equilibrio con la giusta e importante presenza della parte alcolica che però non ha sopraffatto gli altri sapori che, anzi, ben presenti, hanno donato alla ricetta un tripudio sensoriale tutto da assaporare.

carbonara di terra e di mare eretica e alcolica
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    25 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Spaghetti Quadrati 320 g
  • Gamberetti (puliti) 150 g
  • Pancetta (a listarelle) 100 g
  • parmigiano 70 g
  • Tuorli 3
  • Uovo intero 1
  • Arancia (media) 1
  • Whisky (Lagavulin) q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

  1. Grattugiare la scorza dell’arancia e riservarla quindi tagliare l’arancio a metà e spremerlo per ricavarne il succo

  2. Mettere i gamberetti sgusciati a marinare nel succo dell’arancia per almeno 12 ore in un recipiente a chiusura ermetica posto nel frigo

  3. In un altro recipiente, sempre a chiusura ermetica, disporre la pancetta a listarelle e ricoprirla col whisky lasciando anch’essa nel frigorifero a marinare per 4/5 ore

  4. Quando si inizia a preparare il piatto, togliere i gamberetti e la pancetta dalle marinature asciugandoli bene, filtrare i liquidi rimasti e versarli in un tegame facendoli ridurre a fuoco basso sino a meno di un quarto del loro volume originario quindi lasciarli ad intiepidire

  5. Mettere in un recipiente i tuorli e l’uovo intero, metà del parmigiano grattugiato, la riduzione delle marinature, un pizzico di sale e un altro dito di whisky quindi sbattere le uova fino ad ottenere un composto spumoso

  6. In due padelle versare un cucchiaio d’olio e rosolare a fiamma allegra in una la pancetta e nell’altra i gamberetti rispettivamente per due/tre minuti e per un minuto circa

  7. Lessare la pasta, scolarla al dente, rimetterla nella pentola insieme a due/tre cucchiai di acqua di cottura e versare il parmigiano rimasto, la pancetta, i gamberetti e la scorza dell’arancia grattugiata mescolando energicamente

  8. Aggiungere la salsa d’uovo continuando a mescolare fino a far formare una cremina quindi porzionare e servire la carbonara di terra e di mare eretica e alcolica immediatamente aggiungendo in ogni piatto un pizzico di pepe nero macinato al momento

  9. carbonara di terra e di mare eretica e alcolica

  10. Scopri tutte le mie ricette cliccando qui e seguimi anche su facebook

    Lascia il tuo commento nello spazio apposito qui sotto

Precedente Zuppa di fagioli bianchi con patate, peperoni e cozze Successivo Spaghetti in bisque di gamberi e bottarga di tonno rosso