Crea sito

Brasato al vino rosso

brasato al vino rossoIl brasato al vino rosso, sopratutto quello al barolo, è una caratteristica ricetta piemontese dalle origini molto antiche. La preparazione che propongo è quella tipica: cottura lenta in tegame con vino, verdure e spezie ma, volendo, si potrebbe cucinare anche al forno a temperatura moderata (160, 180 gradi). Per la carne ho utilizzato il taglio denominato “Cappello di Prete”, il vino invece era un ottimo Cannonau ma va bene un qualsiasi vino rosso corposo di qualità. Come al mio solito ho fatto qualche variazione rispetto alla classica ricetta aumentando la quantità delle cipolle e aggiungendo due cucchiai di senape di Digione e un dito di whisky torbato in modo da contrastare la dolcezza delle verdure accompagnando, al contempo, il peculiare aroma del vino

Brasato al vino rosso

Ingredienti:
Un kg di Cappello di Prete in un unico pezzo
Una bottiglia di vino rosso corposo
6 cipolle rosse di Tropea
2 spicchi d’aglio
2 carote
Una costa di sedano
4 chiodi di garofano
Pepe nero in grani
2 cucchiai di senape
Un dito di whisky torbato
olio extravergine

Preparazione:
In una ciotola capiente mettere le verdure tagliate a pezzi, le spezie e la carne, versare il vino, coprire con un canovaccio o con la pellicola trasparente e lasciare marinare per 12 ore in frigorifero o comunque in un luogo fresco.

Trascorse le 12 ore prendete la carne e tamponatela con della carta da cucina

In un tegame versate l’olio e portatelo a temperatura, a questo punto aggiungete la carne e fatela dorare in tutti i lati in modo che si formi una crosticina

Prelevate le verdure dalla marinata e aggiungetele facendole cuocere insieme alla carne a fuoco medio per un quarto d’ora.

Aggiungete i due cucchiai di senape ed il whisky, fate andare per due minuti e versate la marinata che avrete precedentemente passato in un colino per trattenere le spezie.

Regolate di sale e fate cuocere a fuoco dolce e pentola coperta per due ore e mezza circa

Finita la cottura prelevate la carne, fatela riposare per dieci minuti, togliete la retina, affettatela e tenetela al caldo.

Con un mixer ad immersione passate le verdure insieme al vino e, se serve, riportate la salsina a bollore per farla addensare.

Servite le fettine di brasato al vino rosso coperte dal sughetto ancora caldo e da una fresca insalata o un morbido purè

brasato al vino rosso


Scopri tutte le mie ricette cliccando qui e seguimi anche su facebook

Lascia il tuo commento nello spazio apposito qui sotto