Guanti

I guanti sono dei dolci di carnevale e assomigliano molto ai crostoli, chiacchiere, galani etc… sono originari del sud italia, li preparava sempre mia nonna paterna.

I guanti o chiacchiere, frappe, cenci, bugie, solo per citare le più comuni non sono molto dietetici. Il nome cambia non solo in base alla regione di appartenenza ma anche per la ricetta. Esistono alcune differenze, c’è chi utilizza la grappa e chi altri liquori, chi aggiunge la scorza di limone, chi le cosparge di zucchero a velo e chi preferisce quello semolato. La cottura è un’altra variante che ne contraddistingue il gusto, ma meno l’apporto calorico. La friabilità tipica di questi dolci è data dalla frittura, mentre con la cottura al forno acquisiscono un aspetto e un gusto più biscottato, e comunque vengono prima fritte e poi passate al forno. Quindi l’apporto calorico tra quelle fritte e quelle al forno è minima. Questi dolci non sono adatti per chi segue un regime alimentare ipocalorico.

Vediamo come preparare questi guanti….

guanti
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:

Ingredienti

  • 5 Uova
  • 1 bicchiere Olio di semi di girasole
  • 1 bicchiere Latte
  • 1 cucchiaino Lievito in polvere per dolci (abbondante)
  • 1 pizzico Sale
  • 30 g Zucchero
  • 850/900 g Farina 00 (circa)
  • 1 bustina Vanillina
  • q.b. Zucchero a velo
  • q.b. Olio per friggere

Preparazione

  1. guanti

    In una ciotola sbattere le uova con un pizzico di sale, lo zucchero e la vanillina.

  2. guanti

    Aggiungere poi il latte e mescolare di nuovo.

  3. guanti

    Poi aggiungere anche l’olio e mescolare di nuovo il tutto.

  4. guanti

    Infine aggiungere la farina con il lievito setacciati e impastare fino ad ottenere un impasto mobido.

  5. guanti

    Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e far riposare in frigo per mezz’ora.

  6. guanti

    Trascorso il tempo necessario, riprendere l’impasto e stenderlo con la macchina per la pasta in una sfoglia non troppo sottile.

    Tagliare delle striscioline lunghe circa 20/25 cm e larghe 2 cm circa.

  7. guanti

    Ogni strisciolina va unita (come in foto) e schiacciare dove si uniscono in modo che non si apra in cottura.

  8. guanti
  9. guanti
  10. guanti

    Io per essere sicura che non si apra in cottura faccio passare un lembo all’interno, come se dovessimo legarlo e poi schiaccio nel mezzo.

  11. guanti

    Continuate così per tutte le stricioline.

  12. guanti

    Volendo potete anche farli a forma dei classici costoli/chiacchiere.

  13. guanti

    Scaldare abbondante olio e friggerre i guanti fino a doratura e scolarli su carta assorbente.

    Una volta raffreddati spolverizzare i guanti con zucchero a velo e …..

    Buon appetitooooo!!!!!!!!

  14. guanti
  15. guanti
  16. guanti

Note

HASHTAGS #ricettesaretta

Se provate la ricetta, condividete le vostre foto su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettesaretta e taggatemi con @cucina.con.saretta, poi farò un repost per un giorno sul mio profilo.

Seguitemi su Instagram, mi trovate come @cucina.con.saretta oppure sulla pagina Facebook Cucina con Saretta.

Precedente Frittelle ripiene senza burro Successivo Torta arlecchino

Lascia un commento