Crostoli classici

I Crostoli classici sono dei dolci tipici del periodo di carnevale, vengono chiamati così nel nord-est d’Italia. Ogni regione li chiama in modo diverso, guanti, bugie, galani, frappe, chiacchiere etc… ma alla fine si assomigliano tutti. Questa ricetta è del maestro Loris Oss Emer (Pianeta Dessert) e devo dire che sono fantastici…. con le bolle come piacciono a me!!!!

La grappa non è solo un digestivo, ma può essere usato come un analgesico dentale, poche gocce direttamente sul dente (quand’ero piccola e avevo mal di denti, mia nonna mi diceva sempre di mettere sopra il dente un po’ di cotone imbevuto di grappa e stringere, era come un’anestesia, non sentivo più nulla …. anche se poi ero un po’ “rimbambita”… ihihihihih). Se bevuta con moderazione dopo i pasti ha ottime proprietà digestive.

Ecco come preparare i crostoli classici…..

crostoli classici
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:

Ingredienti

  • 500 g Farina 0
  • 160 g Uova (circa 3)
  • 60 g Burro morbido
  • 70 g Zucchero
  • 40 g Latte
  • 30 g Grappa
  • 1 pizzico Sale
  • q.b. Olio di semi di arachide
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. crostoli classici

    In una ciotola setacciare la farina e nel mezzo aggiungere il burro morbido, le uova, lo zucchero, il latte, la grappa, il sale e impastare per circa 10 minuti con la planetaria, un po’ di più se impastati a mano.

    L’impasto dovrà essere liscio e non troppo duro.

  2. crostoli classici

    Formare una palla e coprirla con la pellicola alimentare e far riposare l’impasto per minimo un’ora.

  3. crostoli classici

    Trascorso il tempo necessario stendere la pasta in una sfoglia molto sottile, 1 mm (numero 9 della sfogliatrice).

    Poi tagliare le striscie ottenure, con la rotella rigata, a piccoli rettangoli e praticare un’incisione al centro con la rotella (per evitare che si formi una grande bolla).

  4. crostoli classici

    In una pentola scaldare dell’olio di arachidi a 180° C e immergere i crostoli facendo attenzione a non sovrapporli.

    Farli dorare, ma non troppo, girandoli spesso, scolarli su carta assorbente e una volta raffreddati spolverizzare con dello zucchero a velo.

    Ecco pronti i crostoli classici…..

    Buon appetitooooo!!!!!!!

  5. crostoli classici
  6. crostoli classici

Note

HASHTAGS #ricettesaretta
Se provate la ricetta, condividete le vostre foto su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettesaretta e taggatemi con @cucina.con.saretta, poi farò un repost per un giorno sul mio profilo.

Seguitemi su Instagram, mi trovate come @cucina.con.saretta oppure sulla pagina Facebook Cucina con Saretta.

Precedente Frittelle con mele e uvetta Successivo Chiacchiere light

Lascia un commento