Castagnole morbide

Le castagnole morbide sono dolci tipici del periodo carnevalesco. Solitamente si usa mettere dell’anice come aroma, in questa versione invece viene sostituito con del rum e vino bianco, voi potete aromatizzarle con quello che più vi piace. Sono un po’ asciutte, ma è la caratteristica di questo dolce, però rimangono morbide per parecchi giorni chiuse in una scatola di latta.

Le castagnole sono un alimento ricco di grassi. La prevalenza energetica è a favore dei carboidrati, le proteine costituiscono la porzione meno importante, il colesterolo è rilevante mentre l’apporto di fibre poco incisivo. E’ un alimento NON adatto all’alimentazione del soggetto in sovrappeso; la porzione media di castagnole sarebbe di circa 30g (110kcal). Il fritto non fa male se viene consumato saltuariamente e se viene realizzato correttamente, ossia scegliendo oli con un alto punto di fumo e utilizzando l’olio una volta. Quindi una dolcetto fritto bene e consumato di tanto in tanto, non può di certo far male….

Passiamo alla preparazione delle castagnole morbide ….

Castagole morbide
  • DifficoltàBassa
  • PorzioniPer 4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina 00
  • 5Uova
  • 125 gBurro fuso
  • 180 gZucchero
  • 50 mlVino bianco
  • 30 mlRum
  • 8 gLievito in polvere per dolci
  • 1Limone
  • 2 gSale
  • q.b.Zucchero
  • q.b.Olio per friggere

Preparazione

  1. In una ciotola o nella planetaria lavorare le uova con lo zucchero.

  2. Aggiungere poi la buccia di limone grattugiato ed il sale.

  3. Successivamente unire il burro fuso.

  4. Unire anche il vino bianco e il rum, sempre mescolando.

  5. Infine incorporare la farina e il lievito setacciati.

    Mescolare bene finchè il composto sarà omogeneo.

  6. Mettere l’impasto in una sac a poche.

  7. Saldare l’olio per friggere in una casseruola capiente.

    Con un coltello tagliare l’impasto mentre esce dalla sac a poche, formando tante palline.

  8. Cuocere per un paio di minuti, fino a quanto saranno gonfie e dorate.

  9. Castagole morbide

    Scolarle su carta assorbente e passarle subito, ancora calde, nello zucchero semolato.

  10. Castagole morbide

    Le castagnole morbide sono pronte da servire, per la conservazione meglio metterle in una scatola di latta.

    Buon appetitoooooo!!!!!!!!!!!!

  11. Castagole morbide

HASHTAGS #ricettesaretta

Se provate la ricetta, condividete le vostre foto su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettesaretta e taggatemi con @cucina.con.saretta, poi farò un repost per un giorno sul mio profilo.

Seguitemi su Instagram, mi trovate come @cucina.con.saretta oppure sulla pagina Facebook Cucina con Saretta.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Caramelle fritte al limone Successivo Fagottini di pasta sfoglia con funghi e brie

Lascia un commento