Caldarroste liquorose

Le caldarroste liquorose sono una ricetta di mia nonna, sono di una bontà unica, sono leggermente alcoliche ma non troppo dolci e piene di aromi… praticamente una tira l’altra!!! Vanno preparate in autunno per poterle gustare dopo Natale in modo che assorbano bene gli aromi e il liquore.

Le CASTAGNE sono frutti sazianti, ricchi di fibre, minerali e acido folico, utili durante la gravidanza, in caso di anemia e stanchezza. Le castagne riducono il colesterolo e riequilibrano la flora batterica. Tra le vitamine troviamo: vitamina A, B, C e D, contengono inoltre potassio che rinforza muscoli e ghiandole, fosforo che è calcificante, zolfo è antisettico, disinfettante, contribuisce all’ossificazione, sodio utile alla digestione e all’assimilazione, magnesio invece agisce come rigeneratore dei nervi, calcio utile a ossa, sangue, nervi infine cloro per ossa, denti e tendini. Non vi sono particolari controindicazioni, sono però sconsigliate a chi soffre di diabete (a causa del loro alto indice glicemico), colite (poiché potrebbero irritare la mucosa intestinale), obesità (a causa dell’altro apporto calorico) o patologie legate al fegato.

Ecco come preparare le castagne liquorose …..

castagne liquorose
  • DifficoltàMolto facile
  • Porzioni3-4 vasetti (dipende dalla grandezza)
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 kgcastagne (cotte e pulite rimarranno circa 600 gr)
  • 500 gzucchero
  • 500 gacqua
  • 1scorza di limone
  • 1scorza d’arancia
  • 4chiodi di garofano
  • 1cannella in stecca
  • 150 mlcognac
  • 150 mlalcol puro 95°

Preparazione delle caldarroste liquorose:

  1. In una pentola mettere lo zucchero con l’acqua, le scorze di limone, le scorze d’arancia, cannella e chiodi di garofano.

    Portare a bollore con fiamma bassa altrimenti lo zucchero non si scioglie.

  2. Far bollire per circa mezz’ora fino ad ottenere uno sciroppo.

    Spegnere il fuoco e far raffreddare un pochino.

  3. Aggiungere allo sciroppo il cognac e l’alcool alimentare 95°.

    Mescolare il tutto e filtrare.

  4. Mettere le caldarroste nei vasetti sterilizzati e coprirle con lo sciroppo ancora caldo e chiuderli.

  5. caldarroste liquorose

    Ora tenere in dispenda i vasetti delle caldarroste liquorose, al buio, per un paio di mesi prima di degustarle….

    Buon appetitoooo!!!!!!!!!

HASHTAGS #ricettesaretta

Se provate la ricetta, condividete le vostre foto su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettesaretta e taggatemi con @cucina.con.saretta, poi farò un repost per un giorno sul mio profilo.

Seguitemi su Instagram, mi trovate come @cucina.con.saretta oppure sulla pagina Facebook Cucina con Saretta

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.