Crea sito

Ricetta gnocco fritto – ricetta tipica emiliana

Ricetta gnocco fritto.

Ricetta gnocco fritto

Lo gnocco fritto è un piatto tipico della cucina emiliana che io e la mia famiglia adoriamo! Finora lo abbiamo sempre gustato al ristorante ma, oggi, ho deciso di provare a farlo e il risultato mi ha davvero soddisfatto.

E’ facile da preparare, e fondamentalmente è pasta di pane che viene fritta e poi farcita con salumi e formaggi. Un peccato di gola che ogni tanto va fatto!

La ricetta originale la trovate qui.

INGREDIENTI PER RICETTA GNOCCO FRITTO:

– 500 grammi di farina 0

– 70 grammi di strutto

– 10 grammi di sale

– 1 cucchiaino di zucchero

– 180 ml di acqua (oppure metà acqua e metà latte)

– 12 grammi di lievito di birra

– olio di semi di girasole per friggere

PREPARAZIONE RICETTA GNOCCO FRITTO:

In una ciotola sciogliere il lievito di birra con 50 millilitri di acqua tiepida. Unire lo zucchero (serve per attivare il lievito di birra) e due cucchiai di farina; mescolare per amalgamare bene gli ingredienti e creare una pastella morbida e omogenea.

Far riposare 30 minuti.

Trascorso questo tempo, in una ciotola disporre la farina rimasta e unire la pastella. Aggiungete lo strutto ammorbidito, e l’acqua rimasta, intiepidita e in cui avrete disciolto il sale.

Impastare, eventualmente trasferendo l’impasto su una spianatoia infarinata, e formare una palla. Incidere una croce sulla superficie della palla e metterla in una ciotola capiente spolverizzata con una manciata di farina. Coprire con la pellicola e far lievitare per circa 4 ore al caldo, fino a quando l’impasto avrà circa triplicato il volume.

Riprendere l’impasto e stenderlo ad uno spessore di circa 3 mm; con una rotella a lama liscia ricavate dei rombi o dei quadrati di circa 8-10 centimetri di lato.

Scaldare l’olio e cuocere pochi gnocchi alla volta, rigirandoli, fino a quando saranno gonfi e dorati. Scolare su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso; tagliarli a metà e gustare caldi con i salumi.

Buon appetito!

Pubblicato da cucinaconsara

Sara, psicologa per professione e foodblogger per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.