Crea sito

Il dietro le quinte di un ristorante McDonald’s

Il post è stato scritto in partnership con GialloZafferano e McDonald’s.

Il consumatore vede e gusta il prodotto finito ma dove vengono conservate le materie prime, quali sono i passaggi per comporre e rendere così gustosi i panini che tutti conosciamo?

Io e altre colleghe foodblogger abbiamo avuto la straordinaria possibilità di fare un tour nel ristorante McDonald’s di Assago (MI) e di seguire tutte le tappe, dalla composizione dell’ordine alla preparazione dei prodotti e, oltre ad essere stato molto divertente, è stato molto istruttivo e mi ha confermato la professionalità del marchio McDonald’s :-). “Andare al Mc”, come dice mia figlia Aurora di 9 anni, è sempre un piacere per il palato ma ora, dopo aver visto con i miei occhi come viene lavorato il prodotto e aver constatato l’elevata qualità ed italianità degli ingredienti utilizzati, sarà un piacere ancora  più grande!

Ciò che colpisce fin dall’inizio è che i prodotti vengono preparati al momento e, se richiesto dal cliente, personalizzati eliminando alcuni ingredienti o aggiungendone altri. Il cliente, attraverso i chioschi digitali, può effettuare l’ordine, procedere al pagamento e accomodarsi al tavolo, aspettando il cibo senza dovere fare la fila alle casse.

Inoltre, l’utilizzo dei chioschi digitali è immediato e molto intuitivo e così anche i più piccini possono divertirsi scegliendo cosa mangiare attraverso lo schermo touch!

Dopo aver ordinato scopriamo cosa avviene dietro le quinte…

Tutte le materie prime vengono stoccate in 3 locali diversi. Nella cella negativa la temperatura oscilla tra i meno 18 e i meno 23 gradi e vengono conservati tutti i prodotti surgelati…pur di fare le foto della cella sono entrata dentro con alcune colleghe…diciamo che il nostro abbigliamento non era proprio adatto alla temperatura!!! Brrrrrrr…che freddo 😉

Nella cella positiva c’è una temperatura variabile tra 1 e 4 gradi e qui vengono conservati i prodotti da frigo come formaggio, insalata; nel magazzino, infine, sono stoccati i prodotti, le salse e i packaging (rigorosamente prodotti da fonti rinnovabili, riciclate o certificate) che non hanno bisogno di basse temperature per poter essere conservati in maniera ottimale.

Molto efficiente è il sistema di tracciabilità dei prodotti che consente a McDonald’s di garantire l’origine, la storia e la qualità di ogni singolo ingrediente. In sole 3 ore di tempo, se necessario, si riesce a ricostruire l’intera storia di un prodotto, dalla produzione alla consegna.

Stabilite le modalità di stoccaggio scopriamo quali ingredienti rendono così saporiti i panini McDonald’s 🙂 Innanzitutto va detto e sottolineato che tutti gli ingredienti vengono selezionati e controllati lungo tutte le fasi della filiera. McDonald’s sceglie solo ingredienti di qualità, garantiti da fornitori per l’80% italiani, che aderiscono ai più rigorosi standard di sicurezza.

Le uova sono fresche, 100% italiane e provengono da galline allevate a terra senza mangimi OGM.

La carne usata per gli hamburger è 100% bovina e proviene esclusivamente da allevamenti italiani. Gli hamburger vengono cotti fra due piastre a temperatura elevata, senza olio e solo con l’aggiunta di un pizzico di sale e pepe che aumentano la sapidità del prodotto.

Il pollo usato per i Chicken McNuggets, i McChicken e il Chicken Country è 100% petto di pollo italiano allevato a terra, senza mangimi OGM.

Piastre e friggitrici vengono controllate da computer e pulite più volte nel corso della giornata. Viene costantemente monitorata la qualità dell’olio ed il suo grado di usura, in modo da sostituirlo tutte le volte che il sistema stesso ne segnali la necessità. Ad ogni cambio viene sostituito il 100% dell’olio, che è esclusivamente vegetale.

Le golosissime salse che rendono ancor più sfiziosi i panini sono conservate in “pistole” apposite che rendono possibile dosare la giusta quantità per ciascun prodotto, ovvero 20 ml di salsa 🙂

Come concludere al meglio il tour dietro le quinte? Preparando io stessa il nuovo panino McChicken Saporito…mi sono divertita tantissimo e alla fine mi sono gustata alla grande il “mio” panino! Si vede la faccia soddisfatta e goduriosa? Provatelo anche voi perché è davvero buonissimo!

Spero che il mio articolo sul dietro le quinte di un ristorante McDonald’s vi sia piaciuto! Se via va seguitemi anche sulla pagina facebook Cucina con Sara; mettete il vostro like e rimarrete sempre aggiornati sulle ultime ricette 😉

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato da cucinaconsara

Sara, psicologa per professione e foodblogger per passione.

2 Risposte a “Il dietro le quinte di un ristorante McDonald’s”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.