Crea sito

Coppette con cachi essiccati e cous cous

I miei genitori hanno un caco in giardino che produce tantissimi frutti; per non sprecarli e per averli a disposizione tutto l’inverno ho deciso di essiccarli 🙂 Esperimento riuscitissimo!

Li ho colti non troppo maturi, altrimenti sarebbe stato troppo complicato affettarli 😉 Se non avete l’essiccatore o non avete né tempo né voglia di procedere con l’essiccazione, trovate i cachi essiccati in commercio, nei grandi supermercati o nei mercati rionali 🙂

Sponsorizzato da Martino

Coppette con cachi essiccati, cucina con sara
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 coppette
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • cous cous 200 g
  • latte 200 ml
  • zucchero di canna 1 cucchiaio
  • zenzero in polvere 1 pizzico
  • caco essiccato 32 fette

Preparazione

  1. Iniziate essiccando i cachi con un essiccatore. Dividete i cachi a metà senza sbucciarli ed affettateli, ad uno spessore di circa 5 millimetri.

    Disponete le fette di caco nei vassoi dell’essiccatore ed azionatelo ad una temperatura di 45 gradi, per mantenere intatte tutte le proprietà nutritive del frutto 🙂 Essiccate per circa 30 ore, rigirando di tanto in tanto le fette.

  2. Passate alla preparazione del cous cous. In una padella larga e bassa portate a bollore il latte con lo zucchero di canna ed un pizzico di zenzero in polvere (o una grattugiata di zenzero fresco); spegnete, unite il cous cous e coprite con un coperchio. Fate reidratare per 5 minuti, quindi sgranate il cous cous con una forchetta.

  3. Componete il vostro dessert utilizzando, se possibile, delle coppette di vetro trasparente 😉 Disponete le fettine di caco sui bordi delle coppette, sovrapponendole leggermente; riempite le coppette con il cous cous e decorate con delle striscioline di caco essiccato.

  4. Coppette con cachi essiccati

Consigli

Per evitare che i cachi si “accartoccino”  ricordatevi di fare delle incisioni sulla buccia del frutto con un coltellino!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cucinaconsara

Sara, psicologa per professione e foodblogger per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.