Crea sito

Castagnole mele e uvetta

Inutile dirlo…a casa nostra, nel periodo di carnevale, ogni momento è giusto per friggere qualcosa 🙂 Oggi, seguendo la ricetta della mitica Sonia Peronaci, ho realizzato delle castagnole mele e uvetta semplicemente deliziose.

Castagnole mele e uvetta, cucina con sara
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 2 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 25 castagnole
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per l'impasto:

  • Farina 00 125 g
  • Marsala 75 ml
  • Burro 75 g
  • Acqua 50 g
  • Uova 3
  • uva passa 50 g
  • rum 50 ml
  • zucchero semolato 20 g
  • lievito per dolci 4 g
  • mele 125 g
  • cannella in polvere 1 cucchiaino
  • sale fino 3 g

Per la superficie:

  • zucchero semolato. q.b.

Per friggere:

  • olio di semi di arachide 1 l

Preparazione

  1. Mettete l’uva passa in ammollo nel rum.

    Sbucciate la mela, eliminate il torsolo e tagliatela a dadini. Mettetele in una ciotola, unite la cannella e lo zucchero; mescolate.

    Passate alla preparazione dell’impasto: in una padella portate a bollore il marsala, insieme all’acqua, al sale fino ed al burro. Togliete dal fuoco ed unite, tutta in una volta, la farina setacciata insieme al lievito; mescolate energicamente e rimettete sul fuoco per un paio di minuti, sempre mescolando.

     

  2. Versate l’impasto in una ciotola ed aggiungete un uovo alla volta, mescolando con le fruste elettriche. L’uovo successivo va aggiunto solo quando il precedente è stato assorbito completamente.

    Unire le mele a pezzetti e l’uva passa sgocciolata e strizzata.

  3. Scaldate l’olio di semi e, aiutandovi con 2 cucchiaini, fate cadere piccole quantità di impasto direttamente nella pentola.

    Cuocete le castagnole per un paio di minuti, rigirandole spesso. Dovranno gonfiarsi ed assumere un bel colore nocciola.

    Scolatele su carta assorbente e, quando saranno ancora tiepide, rotolatele nello zucchero semolato. Le castagnole mele e uvetta sono pronte per essere gustate 🙂

Consigli

Cuocete poche castagnole mele e uvetta alla volta per evitare di abbassare la temperatura dell’olio che deve sempre restare intorno ai 170 gradi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cucinaconsara

Sara, psicologa per professione e foodblogger per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.