Crea sito

SARDE A BECCAFICO

SARDE A BECCAFICO

Le sarde a beccafico sono un piatto tipico tradizionale della cucina Siciliana. Da sempre questo piatto esprime la semplicità, ma nello stesso tempo una vera esplosione di gusto. La genuinità dei prodotti fanno delle sarde a beccafico un piatto veramente unico nel panorama culinario Italiano. Non credo di sbagliare indicando questo piatto come patrimonio mondiale dell’umanità. Naturalmente all’interno di queste mie parole c’è una vena di patriottismo, ma comunque non vado lontano nell’affermarne la grande bontà. Un pesce che a conti fatti costa molto poco e che quindi lo potremo inserire in quella categoria  cosi detta povera- Povera fino ad un certo punto , quando per cucinarle gli uniamo pinoli, uva sultanina etc etc etc, questo piatto non ha nulla di povero. Le sarde a beccafico come in precedenza ho detto è un piatto tipico della cucina Siciliana, ma comunque è conosciuto in tutta Italia e tutti ne apprezzano i sapori che questo piatto ci dona una volta preparato. Un gran bel piatto, una pietanza da preparare più spesso, rivalutare questo piatto è un dovere da parte di tutti i food blogger non possiamo trascurarlo, come non possiamo tutti quei piatti della tradizione che via via vengono dimenticati. Forza, diamoci da fare e continuiamo in questa nostra nobile arte e proponiamo sempre più piatti della tradizione. Oggi ecco a voi le sarde a beccafico.

SARDE A BECCAFICO
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 25 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Sarde (fresche) 10
  • Pangrattato (con grana fine) 4 cucchiai
  • olio evo q.b.
  • Uva sultanina (acini) 20
  • Pinoli 1 cucchiaio
  • Zucchero 1 cucchiaino
  • Sale 1 pizzico
  • Pepe 1 pizzico
  • Prezzemolo (tritato) 1 ciuffo
  • Alloro 10 foglie
  • Succo di limone 1 bicchiere

Preparazione

  1. Per prima cosa puliamo dalle interiore le sarde, togliamo la lisca e sciacquiamo sotto l’acqua corrente i filetti senza lisca. In un tegame mettiamo a tostare il pangrattato e appena imbiondito lo togliamo dal fuoco e aggiungiamo olio evo, mescoliamo per bene e mettiamo in un contenitore dove andremo ad aggiungere l’uva sultanina in precedenza ammollata. Uniamo una manciata di pinoli, un cucchiaino di zucchero, un pizzico di sale, un pizzico di pepe, una manciata di prezzemolo e quanto basta di olio evo per rendere l’impasto compatto. mescoliamo per bene e aiutandoci o con un cucchiaino o una forchetta mettiamone una dose sopra il filetto delle sarde.e partendo dalla parte larga del filetto arrotoliamo fino alla coda che non staccheremo dal filetto, procediamo in questo modo fino alla fine del riempimento dei filetti. Ungiamo una pirofila con dell’olio evo e posizioniamo i rotoli delle sarde una a fianco all’altra inserendo tra un rotolo e l’altro una foglia di alloro. Cospargiamo le sarde con del succo di limone, ungiamo con dell’altro olio evo, uniamo i restanti pinoli e inforniamo a 180° per 15 minuti. Impiattiamo e…..buon appetito

Note

MI TROVI ANCHE SU:

FACEBOOK  YOUTUBE  GOOGLE  PINTEREST  TWITTER  INSTAGRAM  TUMBLR

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.