Sepie co’l pien ricetta antica veneziana

Sepie co'l pien ricetta antica veneziana

Sepie co’l pien ricetta antica veneziana. Bquesta ricetta uona serata care amiche e amici di Cucina con Nonna Ariella, questa sera si continua con le ricette veneziane antiche, essendo questa città totalmente marinara ovviamente si cuoceva molto pesce sia nei primi che nei secondi piatti; le Sepie co’l pien, tradotto significa seppie ripiene, è una pietanza gustosissima e con una marcia in più se assaporata con una bella polenta dorata!

LEGGI ANCHE >>>> Pesce blob uno stravagante abitatore del mare

Ingredienti per 6 porzioni:

  • 12 seppie abbastanza grandi
  • 1 uovo
  • 6 cucchiai di formaggio grana
  • mollica di pane,
  • prezzemolo,
  • aglio
  • 5 pomodori sminuzzati
  • un bicchiere di vino bianco,
  • sale,
  • pepe,
  • origano.

LEGGI ANCHE >>>> Tiramisù estivo all’ananas

Preparazione:

  1. Pulire bene le seppie togliendo non solo l’osso, ma anche la testa e il sacchetto con dentro l’inchiostro.
  2. Lavarle accuratamente.
  3. Tritare la testa e i tentacoli e mescolare il composto ottenuto in una terrina assieme alla mollica di pane, precedentemente bagnata nel latte e strizzata, all’aglio, al prezzemolo, al formaggio, all’uovo sbattuto, quindi regolare di sale e pepe sale e pepe.
  4. Riempire ora le seppie con l’impasto e chiudere l’ingresso del sacchetto con dello spago.
  5. Soffriggere le seppie nell’olio per qualche minuto bagnandole con il vino bianco.
  6. Aggiungere infine i pomodori sminuzzati e un po’ di sale.
  7. Cuocerle nel forno per mezz’ora e servirle con polenta calda.

LEGGI ANCHE >>>> Melanzane ripiene a mio modo

Chi l’ha scritto che la polenta si può mangiare solo in inverno? Servita con un piatto giusto anche in estate, ovviamente di sera una buona polenta calda non può che essere un secondo eccellente se accompagnata da pesce o carne oppure insaccati o formaggi.

Con una pietanza così gustosa non può mancare un bicchiere di buon vino, il consiglio è: Pinot Grigio delle Venezie DOC biologico è un vino bianco fermo di colore giallo paglierino con riflessi dorati; profumo fruttato caratteristico che ricorda i fiori di acacia e la noce; sapore pieno e retrogusto persistente, armonico.

Una buona serata dalla vostra Nonna Ariella

Fonte: Portaledelleostarie

Foto di Cucchiaio d’Argento