Rostisciana con polenta

Rostisciana con polenta

Rostisciana con polenta. Buona serata amiche e amici di Cucina con Nonna Ariella, dopo un accenno d primavera sono tornati tempi freddi e noi li combattiamo con cibi cotti e sostanziosi, della cucina tipica contadina del passato, si faceva festa quando si sacrificava il maiale e si poteva gustare le sue carni alla brace, una volta il barbecue non c’era proprio, ed insieme ad una ottima polenta si facevano pasti da re.

La rostisciana: la rosticciana o rostinciana è un piatto tipico toscano e dell’Alto Lazio, a base di carne suina cucinata alla griglia su un fuoco di carbone o braci di legna.  È costituita da costine di maiale insaporite con spezie varie (o solo con pepe e sale) distribuite sulla carne prima o dopo la cottura. Però ogni regione ha le sue ricette e come chiamarla!

LEGGI ANCHE >>>> Isis suicidato il capo in un raid americano di due ore

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 grammi di lombata di maiale tagliata a fettine sottili
  • 800 grammi di cipolle  affettate
  • 400 grammi di luganega (salsiccia fresca lunga e sottile)
  • 1,5 dl di vino bianco secco

LEGGI ANCHE >>>>  Checco Zalone e la sua iconica comicità al Festival di Sanremo

Preparazione:

  1. In una casseruola di terracotta disporre a strati le fettine di lombata di maiale, leggermente infarinatee le cipolle affettate.
  2. Versare adagio lungo i bordi il vino bianco secco.
  3. Far cuocere col coperchio a fiammabassa per circa 30 minuti.
  4. Aggiungere la luganega tagliata in quattro pezzi e sforacchiata con un ago.
  5. Frapporla tra la carne e le cipolle.
  6. Rimettere il coperchio e cuocere per altri 30 minuti.
  7. In ogni piatto versare la singola porzione con accanto fette di polenta abbrustolite e servire molto caldo.

LEGGI ANCHE >>>> Pagnotte al parmigiano e fiocchi d’avena

Questo secondo straordinario piatto dovrebbe essere accompagnato da un vino quale  l’Aglianico del Taburno deve presentare le seguenti caratteristiche: colore: rosso rubino più o meno intenso. odore: caratteristico, gradevole, persistente. sapore: asciutto, leggermente tannico, che tende al vellutato con l’invecchiamento.

Foto di Manfred Richter da Pixabay