Ravioli cinesi al vapore

ravioli cinesi al vapore

Ravioli cinesi al vapore . Buona giornata a tutti voi cari lettori di Nonna Ariella, la proposta di oggi è un piatto leggendario cinese, i ravioli cinesi al vapore sono di una bontà unica, per chi ama il vegetariano specialmente prepararli è un gioco da ragazzi, solo 30 minuti per la preparazione, pochi ingredienti e quindi un piatto che, ance se antipasto, può essere per noi occidentali un ottimo primo piatto.

LEGGI ANCHE >>>>> Condannato a 30 anni per adescamento di donne e minorenni, l’autore di “I believe I can fly”

È la metropoli di Shanghai, nella provincia di Zhejiang, che ha la celebrità per i ravioli cinesi al vapore, infatti è il piatto forte della loro cucina. La ricetta proposta è quella originale.

LEGGI ANCHE >>>> Eros Ramazzotti – Ama, testo e video ufficiale

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 100 grammi di farina
  • 50 ml di acqua temperatura ambiente
  • sale q.b.
  • 40 grammi di germogli di soia
  • 100 grammi di verza
  • 1 carota
  • 50 grammi di cipollotto
  • 1 pizzico di zenzero fresco
  • salsa di soia
  • olio di semi di girasoli oppure olio di sesamo q.b.

LEGGI ANCHE >>>>> Piatto unico con il risotto integrale al limone

Preparazione:

  1. Tagliare le verdure a dadini e/o a listarelle e metterle a soffriggere in poco olio insieme allo zenzero, fino a quando non saranno morbide. Toglierle dalla padella e lasciarle raffreddare;
  2. Impastare la farina con il sale e l’acqua, aggiungendo il liquido poco alla volta in modo da ottenere un impasto morbido e liscio;
  3. Stendere la pasta abbastanza sottilmente e ricavarne dei cerchi della grandezza che si preferisce. Riempire con un po’ di verdure saltate e chiudere a mo’ di triangolo, praticando le pieghe come fosse un raviolo, oppure a sacchetto se si preferiscono dei ravioli più corposi;
  4. Sistemare delle foglie di verza sul piano basso di una vaporiera, adagiare i ravioli e lasciarli cuocere con il coperchio chiuso fin quando i ravioli non saranno lucidi. La stessa operazione si può fare usando una pentola piena d’acqua e adagiando sopra a questa i ravioli appoggiati su una base forata e lasciandoli cuocere; l’uso della vaporiera è sempre consigliato;
  5. Servire i ravioli ancora caldi con della salsa di soia servita in una ciotolina individuale dove si possono intingere i ravioli prima di gustarli.

Un abbinamento elegante con questo piatto cinese è con il vino Riesling le cui caratteristiche sono: si presenta di colore paglierino con riflessi verdastri. Il bouquet è fruttato, con sentori di pesca e di albicocca. Tipico non solo di questo vitigno ma di tutti quelli “oltre Cortina” è conferire al prodotto finale sentori di gasolio – idrocarburi (aromi varietali).

In alternativa per non allontanarsi dalla cucina cinese so può abbinare il sake: dotato di una fragranza fruttata, dal sapore poco acido e delicato, vellutato e ben strutturato in bocca e dal gradevole retrogusto. A seconda del produttore, si possono trovare sake con una nota più fruttata (ginjo-ka) o altri dal sapore più fresco.

Un buon proseguimento dalla vostra Nonna Ariella.

Foto di StockSnap da Pixabay