Polpo lessato con patate

Polpo lessato con patate

Polpo lessato con patate. Buongiorno cari lettori di Cucina con Nonna Ariella, oggi presentiamo un piatto di pesce straordinario, facilissimo da fare ma che vi inonderà la casa di profumo di mare, senza contare che la carne del polpo è di una bontà unica.

LEGGI ANCHE >>>> Elon Musk accusato di molestie sessuali

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 1 chilo di polpo
  • 4 patate grosse (oppure 8 piccole, due a porzione)
  • 1 carota
  • 2 foglie di sedano
  • 3 cucchiai di aceto
  • succo di 1 limone
  • olio evo q.b.
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • pepe

LEGGI ANCHE >>>> Nel calcio inglese coming out dell’attaccante Jake Daniels

Preparazione:

  1. Pulire, lavare e battere il polpo.
  2. Portare a ebollizione, in una pentola capace, 2 litri di acqua salata con la carota, le foglie di sedano e l’aceto.
  3. Tuffare il polpo per 3 volte, tenendolo per la sacca, affinché i tentacoli si arricciano.
  4. A metà cottura immergere le patate intere sbucciate, appena cotte toglierle con la schiumarola e lasciarle raffreddare fuori dall’acqua di cottura del polpo perché non ne assorbano troppa, ma conservino il profumo del polpo.
  5. Cuocerlo per mezz’ora o finché è tenero, pungendolo con uno stecchino alla base di un tentacolo per provare il punto di cottura.
  6. Lasciarlo raffreddare nel suo liquido di cottura.
  7. Intanto, in una ciotola, preparare una salsina mescolando 1 bicchiere di olio evo con il succo di un limone, il prezzemolo tritato, regolare di pepe.
  8. Sgocciolare il polpo, tagliarlo a pezzi e disporlo su un piatto di portata.
  9. Affettare le patate.
  10. Irrorare con la salsina il tutto e lasciar riposare la preparazione per 1 ora prima di servire.

LEGGI ANCHE >>>> Liquore alle fragole e panna

Una pietanza del genere va gustata con un vino delizioso quale Il vino Chardonnay che ha generalmente un colore che va dal giallo paglierino al giallo dorato (a seconda della tipologia e del tempo di fermentazione) e un profumo di frutta matura (di solito mela, ananas e banana), con spiccate note di mineralità al gusto.

Un buon proseguimento dalla vostra Nonna Ariella

Foto di Giorgio Giorgi da Pixabay