Petto d’anatra all’arancia

Petto d'anatra all'arancia

Petto d’anatra all’arancia. Buona serata a voi tutti cari lettori di Cucina con Nonna Ariella, la proposta seria di questa sera è un secondo d’eccezione, facile da preparare ma certamente di sicuro effetto presentandolo in tavola sia con i vostri cari che con parenti e amici, il petto d’anatra all’arancia è una pietanza di tutto rispetto, pochi ingredienti ne fanno un secondo da chef!

LEGGI ANCHE >>>>> Stonehenge e il solstizio d’estate

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 600 grammi di petto d’anatra (potete sostituirlo con il pollo se volete)
  • 3 arance
  • farina q.b.
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 dadino di burro
  • olio evo q.b.
  • rosmarino q.b.
  • sale q.b.

LEGGI ANCHE >>>> Oroscopo “Ultimo Quarto di Luna in Pesci” (dal 20 al 26 giugno)

Preparazione:

  1. Infarinare i petti d’anatra, salarli e mettere a cuocere in una padella con il burtro e un poco di olio evo, unire il rosmarino.
  2. Appena rosolati i petti d’anatra, versare il vino bianco e farlo sfumare proseguendo la vottura a fuoco medio.
  3. Spremere le arance e poco prima che la cottura dei petti d’anatra sia ultimata aggiungere la spremuta d’arancia, lasciando poi sfumare.
  4. Servire i petti d’anatra su un piatto da portata, versare il sugo sopra le fettine e accompagnare il tutto con fettine di arance a guarnizione del piatto.
  5. Quale contorno una insalatina fresca, pomodori in insalata, patatine novelle al forno!

LEGGI ANCHE >>>>> Crostata rose di peperoni zucchine formaggio

Si può abbinare a questo secondo un vino quale il  Pinot Grigio Alto Adige DOC varia dal giallo paglierino al dorato all’ambrato/ramato. Il profumo è delicato, gradevolmente fruttato. In bocca è asciutto, fresco, piuttosto alcolico, equilibrato e armonico.

In alternativa al Pinot: il Trebbiano d’Abruzzo DOP si presenta di un intenso colore giallo paglierino; al naso è caratterizzato da profumi intensi e delicati; al palato risulta sapido, vellutato, armonico.

Nonna Ariella vi augura una buona nottata.

Foto di RitaE da Pixabay