Patate al parmigiano

patate al parmigiano

Patate al parmigiano. Buona giornata a tutti voi che ci seguite su Cucina con Nonna Ariella, oggi vi presentiamo una ricetta per un contorno sfizioso dove la patata è il principale ingrediente, una valida alternativa alle solite patatine fritte, facilissima da realizzare ed in poco tempo anche, vediamo come.

LEGGI ANCHE >>>> Stati Uniti: l’Oklahoma vieta l’aborto

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 6 patate
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato
  • 1 pizzico di noce moscata grattugiata al momento
  • 4 fette di pancetta affumicata tagliata a strisce
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato fresco
  • sale e pepe q.b.

LEGGI ANCHE >>>> Orecchiette alla rucola

Preparazione:

  1. Tagliare le patate a meà nel senso della lunghezza e cuocerle in acqua salata e bollente per 10 minuti (dal bollore)
  2. Scolare completamente
  3. In una ciotola mescolare il parmigiano grattugiato, grattugiare fresca la noce moscata, il prezzemolo tritato, amalgamare il tutto.
  4. Fare scivolare nel composto le patate tagliate a metà, ricoprendole interamente ed eliminare ciò che risulta in eccesso.
  5. Versare un poco di olio in una teglia da forno, scaldarla in forno a 200°C  per 10 minuti.
  6. Torgliere dal forno e disporre le patate.
  7. Rimettere nel forno  e cuocere per 30 minuti.
  8. Togliere dal forno e cosprgere le fettine di pancetta affumicata.
  9. Infornare nuovamente e lasciare per 15 minuti o finchè sia patate che pancetta non siano ben rosolate.
  10. Togliere ogni eccesso di grasso e servire quale contorno.

LEGGI ANCHE >>>> Palombo alle spzie in cartoccio

A chi non piacesse la pancetta affumicata, la stessa si può sostituire degnamente o con del prosciutto crudo di Parma oppure fettine di salame, sempre tagliate a strisce, aggiungendole 5 minuti prima della fine della cottura delle patate.

Anche per il formaggio parmigiano, il quale ha un sapore caratteristico (infatti si sposa benissimo con il prosciutto di Parma), si può sostituire con qualunque altro formaggio stagionato grattugiato finemente.

Un buon proseguimento dalla vostra Nonna Ariella

Foto di Anna Lebed da Pixabay