Pasqua 2022 Pudding di savoiardi

Pasqua 2022 Pudding di savoiardi. Buona giornata cari lettori di Cucina con Nonna Ariella, pochi giorni ed è Pasqua quindi ci vuole per un evento così importante un dolce importante come quello che vi presentiamo oggi, Pudding di savoiardi, tempo di realizzazione un’ora e mezzo per avere un dolce di una squisitezza unica e sarà apprezzato dai vostri cari.

LEGGI ANCHE >>>> Covid, via libera alla 4 dose ma non per tutti

Ingredienti per 6-8 porzioni:

  • 200 grammi di savoiardi
  • 50 grammi di uvetta sultanina
  • 100 grammi di prugne secche snocciolate
  • qualche candito misto
  • 50 grammi di albicocche secche
  • 3 uova
  • mezzo litro di latte
  • 150 grammi di zucchero

LEGGI ANCHE >>>>Telemarketing, stop alle chiamate moleste anche nei cellulari

Preparazione:

  1. Mettere in ammollo l’uvetta in acqua tiepida, amollare anche le prughe (nel caso fossero molto secche (se sono confezionate in scatola sotto vuoto non è necessario ammollarle).
  2. Tagliare le prugne a dadini, mescolarle all’uvetta  e, a piacere, i canditi .
  3. Fare caramellare a colore biondo 2 cucchiai di zucchero con poca acqua e distribuirlo sul fondo di uno stampo ad anello o  atronco di cono, basso e largo.
  4. Senza smontarle, sbattere brevemente le uova con lo zucchero rimasto, aggiungere il latte e mescolare.
  5. Distribuire solo sul fondo dello stampo uno strato di savoiardi, se necessario spezzettarli in modo da riempire ogni vuoto.
  6. Sui biscotti distribuire parte della frutta secca, su questa un altro strato  di savoiardi e poi ancora frutta, proseguire fino all’esaurimento degli ingredienti.
  7. Su tutto, adagio, con un mestolo, versare parte del latte con le uova; lasciarlo assorbire, facendo in modo che frutta e savoiardi non galleggino, quindi versare altro composto e lasciarlo assorbire completamente.
  8. Cuocere il pudding col forno a 190°C, a bagnomaria, per 40 minuti, quindi, senza toglierlo dall’acqua del bagnomaria, lasciarlo riposare per 10 minuti.
  9. Sformarlo mentre è ancora caldo.
  10. A piacere servirlo tiepido o freddo; in ogni caso, come sempre quando vi è la zucchero caramellato, il dolce si accompagna perfettamente con la crema chantilly, servita a parte.
  11. Volendo si può presentare il pudding alla fiamma, irrorarlo con 4 cucchiai di rum o brandy molto caldo (oppure mescolare al liquore freddo 2 cucchiai di alcol puro) e dare fuoco.

LEGGI ANCHE >>>> La video ricetta per uno strepitoso pollo al curry

Per questo dolce importante l’abbinamento vino è il seguente: Orvieto, Vino Bianco Superiore dal colore giallo paglierino più o meno intenso, odore delicato e gradevole, dal sapore secco, con lieve retrogusto amarognolo, oppure abboccato o amabile o dolce, fine, delicato

Buona continuazione dalla vostra Nonna Ariella

Foto di Moira Nazzari da Pixabay