Pane rustico ai semi di Ortica offre proprietà biostimolanti

Pane rustico ai semi di Ortica offre proprietà biostimolanti

L’ortica è un pianta diffusa in ogni dove e la conosciamo per le sue difese naturali quando la tocchiamo brucia, quindi un paio di guanti e si evitano bruciori e arrossamenti della pelle, questa pianta così ostica però ha dei benefici per la nostra salute notevoli, abbiamo tratto uno stralcio dal post che si trova nel sito Greenme per informarvi: ”ortica può essere facilmenteraccolta utilizzando un paio di guanti, per evitare irritazioni. La sua presenza può essere individuata lungo sentieri di montagna o di campagna. Per usi curativi ed alimentari è bene raccogliere l’ortica in zone collocate lontane dal traffico cittadino. Una volta cotte o essiccate, le foglie di ortica perdono la loro caratteristica irritante e risultano così completamente innocue al tatto.

L’ortica è particolarmente ricca di potassio, fosforo, ferro, vitamina A, vitamina C, calcio e potassio. I suoi impieghi curativi e culinari erano già noti in Grecia fin dall’antichità, quando, per tradizione, l’ortica doveva essere raccolta prima del sopraggiungere della primavera. Le foglie di ortica contengono buone quantità di rame e di zinco, che rendono il suo consumo indicato a coloro che desiderano rinforzare unghie e capelli.. La sua ricchezza di oligoelementi la rende una pianta dalla proprietà rimineralizzanti, adatta ad essere consumata da parte di coloro che soffrono di artrite e di malattie di tipo reumatico.

 È considerata come un vero e proprio toccasana per le donne che vanno incontro alla menopausa e ad una conseguente riduzione della massa ossea, dovuta a perdita di calcio. L’ortica ne è infatti una tra le possibili fonti vegetali, oltre a semi di sesamo, mandorle e broccoli. Il consumo di ortica è inoltre utile a tutti coloro che soffrono di anemia o carenza di ferro, con particolare riferimento alle donne in età fertile. All’ortica sono attribuite proprietà emostatiche e antidiabetiche. L’assunzione di ortica viene consigliata per favorire la regolarità intestinale ed in caso di episodi di dissenteria.” (Fonte: Greenme)
La ricetta che vi presentiamo oggi è facilmente realizzabile ottenendo un Pane rustico ai semi di Ortica gradevolissimo e morbido, adatto sia al salato che al dolce,  passiamo ad illustrarvi ingredienti e preparazione:

 

Ricetta Pane rustico ai semi di Ortica offre proprietà biostimolanti

Ingredienti per 10 porzioni del pane rustico ai semi di Ortica:

  • 30 grammi di semi di Ortica
  • 50 grammi di farina biologica
  • 25 grammi di farina di grano saraceno biologica1
  • 25 grammi di farina di farro integrale biologica
  • 250 grammi di farina tipo 0
  • 2 cucchiai di miele di acacia biologico
  • 80 grammi di lievito madre
  • 1 cucchiaino di sale
  • 4 cucchiai di olio d’oliva extravergine
  • acqua q.b.

Preparazione:

Innanzi tutto dovete procurarvi i semi di Ortica. Basta che vi allontaniate un poco dalla città; non dovrebbe essere difficile scovarli in qualche incolto, a margine di strade o a bordo di un campo. Ricordatevi di usare i guanti perché pungono! Concentratevi sulle cime ricche di semi, non importa se vengono via anche delle foglie, li pulirete poi a casa con calma. Vi consiglio di cogliere i semi più maturi perché si staccano più facilmente dal fusto, di solito si presentano con delle sfumature rosso-bruno. Prima di usarli in cucina e pulirli, lasciateli 2 o 3 giorni in frigorifero perché così perdono il loro potere urticante.

Passato il tempo necessario, “sfilate” i semi dai fusti aiutandovi con le mani, e poi tostateli in padella per 5 minuti mescolando frequentemente.

Unite i semi alle farine. Condite con olio, sale e miele. Aggiungete il lievito madre (in alternativa potrete usare il lievito di birra fresco) e impastate aggiungendo acqua tiepida, quanto basta per ottenere una palla morbida e soda. Adoperando un coltello, incidete una croce sulla palla per aiutare la lievitazione.

Infarinate un contenitore, adagiatevi la palla, e coprite con un telo di cotone inumidito. Se avete usato il lievito madre, dovrete far lievitare l’impasto per almeno 10-12 ore. L’impasto sarà pronto quando avrà raddoppiato il suo volume

Preriscaldate il forno a 220°C. Cuocete per 10 minuti e poi per altri 30 minuti a 190 °C circa. Volendo, potete cuocere il pane in una forma da plumcake o simili. Lasciate raffreddare.

Fonte: Greenme-Vividisanapianta

Verified by MonsterInsights