Le fave dei poveri

Le fave dei poveri

Le fave dei poveri. Si tratta di un primo piatto della tradizione culinaria della Sardegna. Una ricetta a base di fave secche, che in Italia possiamo trovare tra maggio e luglio. Un alimento che aiuta il buon funzionamento dell’intestino, grazie all’alta presenza di fibre. Inoltre troviamo vitamine C del gruppo B che aiutano molto il metabolismo mentre le vitamine A e C sono ottime per una protezione antiossidante.

Questa ricetta è per 6 persone, e dobbiamo ricordarci di mettere le fave in ammollo la notte prima della preparazione. Cottura delle fave di circa 2 ore e 30 minuti.

Leggi anche >>> Blink182, Mark Hoppus: “Ho il cancro”

Ingredienti

  • 400 gr Fave secche
  • 200 gr Cotenna maiale
  • 2 Spicchi aglio
  • ½ dl Olio di oliva
  • 1 Cipolla
  • 4 Pomodori secchi
  • 400 gr Bietole
  • Acqua (Q.B.)
  • Sale (Q.B.)

Leggi anche >>> Tempo d’estate e di una torta alle verdure

Preparazione

  1. Ricordiamoci di mettere le fave in acqua dalla notte prima
  2. Adesso le lessiamo in abbondante acqua salata per circa 2 ore e 30 minuti con l’aglio schiacciato e la cotenna di maiale tagliata a listarelle
  3. Laviamo per bene le bietole
  4. Le tagliamo in maniera grossolana e le uniamo alle fave, così da lessarle
  5. In un tegame soffriggiamo nell’olio di oliva il trito di cipolla e di pomodori secchi
  6. Dopo 10 minuti, aggiungiamo le fave, la cotenna e le bietole (dopo averle scolate)
  7. Un po’ di sale e mescoliamo per bene tutti gli ingredienti
  8. Serviamo in tavola ancora caldo

Leggi anche >>>> Stati Uniti, il pattinatore Jason Brown fa coming out